Quando si cerca una dieta dimagrante, si consiglia di abbinarla, oltre che all’esercizio fisico, all’assunzione di almeno due litri di acqua al giorno. Berla è molto importante, ma come può aiutare a sciogliere i grassi in eccesso, accumulati in diverse zone del corpo?

Quando e quanta berne

I due litri di acqua al giorno, si devono bere ad intervalli regolari nel corso della giornata. L’acqua aumenta il senso di sazietà, e quindi è meglio cercare di berla soprattutto durante la mattinata e il pomeriggio, per evitare di ricorrere a degli snack poco sani per placare la fame.

E’ bene tenere delle bottigliette piene d’acqua (o una bottiglia sola) a portata di mano, soprattutto se si pratica uno sport o dell’esercizio fisico, in modo da potersi mantenere ben idratati in ogni momento.

Chi vuole aggiungervi qualcosa, può abbinarla al limone (o ad altri aromi privi di calorie) o usarla per preparare delle tisane drenanti.

Quanto bere durante la dieta

Bevendo un bicchiere d’acqua prima di iniziare ogni pasto, e uno mentre si pranza o si cena, può aiutare a favorire la digestione, per velocizzare l’assorbimento dei nutrienti e bruciare i grassi.

Quando si inizia una dieta, è meglio evitare di bere succhi di frutta con troppo zucchero, bibite gassate ed alcolici, che non solo fanno ingrassare, ma non aiutano a mantenersi idratati. E’ meglio ridurre anche le quantità di sale nei cibi, per combattere la ritenzione idrica.

Esistono diversi alimenti ricchi di acqua, che di sicuro si possono includere in una dieta dimagrante, come:

  • il cetriolo;
  • l’insalata iceberg;
  • il sedano;
  • le carote;
  • le zucche gialle e i loro fiori;
  • le verdure rosse, come i ravanelli o i pomodori;
  • i peperoni verdi;
  • i cavolfiori;
  • i broccoli;
  • gli spinaci;
  • le zucchine;
  • le angurie;
  • i meloni;
  • le fragole;
  • i pompelmi;
  • le arance.

Sebbene la frutta citata sia composta principalmente di acqua, è meglio comunque consumarla con una certa moderazione, visto che può contenere anche degli zuccheri.

Chi pensa di poterlo fare (se è nelle condizioni fisiche adatte), può scegliere un giorno in cui digiunare, ogni due settimane, nel quale assumere solo l’acqua, per depurare il proprio organismo e liberarlo da sostanze nocive.

Esistono diversi tipi di diete, a base di succhi di frutta, centrifugati o tisane, ma prima di seguirne una, è meglio consultare il proprio medico, perché non adatte a tutti, soprattutto per chi ha dei problemi come il diabete.

Articoli correlati: