frances arnold

Frances Arnold, un’affascinante sessantenne mamma single americana, scienziata del California Institute of Technology, ha ritirato ad Helsinki il suo premio, equivalente del Nobel, e il relativo assegno di un milione di euro assegnato dal Taf, l’Accademia finlandese della tecnologia.

Frances ArnoldFrances ha vinto grazie ai suoi studi sull’evoluzione diretta: ha trovato il modo di combinare le proteine per creare nuove molecole utili per lo sviluppo di importanti farmaci e per la produzione di biocarburanti.

Quello che, però, rende Frances ancor più speciale è la sua ascesa in un campo tipicamente maschile: è la prima donna ad essere nominata in tutte e tre le accademie scientifiche americane ed è stata una delle prime studentesse di Ingegneria a Princeton quando ancora le ragazze erano pochissime.

Si è fatta largo passo dopo passo, guadagnandosi la stima e il rispetto dei suoi colleghi senza dimenticarsi della sua vita privata.

Abituata a lavorare sodo senza mai arrendersi, afferma che un’intelligenza brillante e il lavoro duro contano più del genere: le donne possono e devono fare tutto quello che vogliono, ma la scienza e la tecnologia regalano una carriera ricca di gratificazioni ed incontri importanti.

La praticità di Frances si nota anche nel modo in cui ha scelto di spendere i soldi vinti.

Una parte della somma è destinata allo studio dei suoi tre figli, un’altra la investirà nell’impresa di uno studente impegnato nella ricerca di feromoni che possano sostituire i pesticidi allontanando, così, gli insetti dalle piante senza inquinare l’ambiente.

Articoli correlati: