Al giorno d’oggi, a causa dei continui aumenti, risparmiare sull’illuminazione di un esterno è quantomai fondamentale per assicurarsi di rientrare tranquillamente nelle spese possibili in una famiglia, sia che si parli di illuminazione privata, sia di quella pubblica.

Tra le soluzioni disponibili nel mercato di oggi troviamo anche tante tipologie di lampioni da giardino, spesso la scelta più gettonata tra le varie opzioni per potersi godere gli spazi esterni d’estate.

Una buona illuminazione del giardino e degli angoli verdi, ovviamente, può comportare anche una grande spesa energetica, ma esistono degli accorgimenti che possono garantire sia un’illuminazione efficiente, che un adeguato risparmio energetico.

Gli impianti Led per l’illuminazione degli spazi verdi

Ad oggi esistono tanti lampioni da giardino che sfruttano il Led. Oltre a garantire un’ottima illuminazione, questa nuova tecnologia premette di risparmiare il 90% di elettricità.

Un altro grande vantaggio consiste nel fatto che hanno una durata molto lunga, ben 15 volte più di un classico lampione, arrivando ad avere ben 100 mila ore di illuminazione.

Acquistare un lampione a Led permette di avere una maggiore luminosità ma, allo stesso tempo, un’accensione immediata. Anche questo fattore contribuisce al risparmio energetico.

I lampioni Led hanno sicuramente molti aspetti positivi, purtroppo però il prezzo iniziale è leggermente più alto. Tuttavia, facendo pochi e semplici calcoli, è possibile constatare che il costo è facilmente ammortizzabile nell’arco di 5, massimo 6 anni.

Il lampione Led per l’illuminazione pubblica

Sempre più spesso si sente parlare di illuminazione Led anche nel pubblico. Basti pensare a quanti comuni man mano stanno cedendo il passo alla tecnologia Led per l’illuminazione pubblica, che si parli di parchi, piazze o anche della semplice illuminazione stradale.

Un esempio perfetto è quello del comune di Vaiano, che ha intrapreso l’iniziativa di sostituire ben 120 corpi illuminanti in tutta la città, riscontrando così un risparmio stimato del 65%, passando da un consumo di 40 kwh ad uno di 14. Questo rientra, poi, nel piano di controllo e miglioramento della contabilità ambientale.

Ma questo è solo uno piccolo esempio a rappresentare una rivoluzione dell’illuminazione che si sta verificando in tante altre città d’Italia, come ad esempio Livorno, ma non solo: anche realtà ben più importanti, come Madrid, Parigi, Miami, New York e altre ancora, stanno sviluppando società in cui non solo avremo lampioni Led per risparmiare energia, ma sarà possibile anche interagire con loro.

In tutto il mondo si sta diffondendo, infatti, l’idea di una città connessa attraverso la smart lighting, che permette di avere un maggiore controllo sui consumi, oltre che sull’ambiente circostante, ed essere più interconnessi anche con i cittadini. Sensori di movimento, wi-fi gratuito, telecamere connesse: queste sono solo alcune delle operazioni possibili legate al passaggio al Led.

Ma, facendo un passo indietro, anche nel proprio piccolo si può provvedere ad un risparmio a favore dell’ambiente.

La giusta posizione dei lampioni da giardino

Prima di tutto, per risparmiare sull’illuminazione del giardino la prima cosa da fare è sicuramente scegliere le giuste posizioni dei lampioni da giardino o delle altre scelte illuministiche.

In questo caso è, quindi, necessario decretare dei punti che possano garantire una buona luce ma senza sovrapporsi. In questo modo si potrà garantire un’ottima luce senza sprechi.

La forma dei lampioni è un altro fattore fondamentale. Se sono aperti sopra aiutano a fornire una maggiore illuminazione. Al contrario, coperti nella parte superiore creano un’ombra che impone di utilizzarne un numero maggiore.

Sfruttate la luce del sole per risparmiare energia

Un’altra soluzione che negli ultimi anni è stata molto gettonata sono i lampioni a ricarica solare. Questi impianti consentono di ridurre quasi a zero la spesa energetica.

Durante il giorno i lampioni accumulano energia che rilasciano poi durante la notte sotto forma di luce, per illuminare il giardino. Per sfruttare questa soluzione al meglio, però, è necessario avere una buona esposizione al sole.

I dimmer come soluzione di risparmio energetico

Se si cerca un ulteriore modo per risparmiare, si può optare per i dimmer, dispositivi che si collegano al lampione anche Led.

Grazie all’utilizzo di questo dispositivo è possibile regolare l’intensità della luce, anche durante le varie ore della notte. Magari diminuendo l’intensità all’arrivo dell’alba.

Complementare ai dimmer sono i sensori di movimento. Non tutte le parti del tuo giardino hanno la necessità di essere illuminate in modo costante. Vicino alla porta di casa, ad esempio, non è necessaria una luce costante, ma è senz’altro utile quando si rientra.

Sistemi di lampioni da giardino con il timer o a rilevazione di luce

Questi sono altri e due sistemi di lampioni da giardino che consentono un grande risparmio energetico. Abbinando ai lampioni dei timer, è possibile programmare l’orario di accensione e quello di spegnimento, così d non essere obbligati a dover tenere la luce accesa sempre.

Cambiandolo durante l’anno, poi, si avrà la possibilità di avere sempre la maggior efficienza energetica possibile, regolando il timer a seconda dell’ora in cui cala il buio.

L’altro sistema è quello di utilizzare la rilevazione di luce, anche detto sensore crepuscolare, che permette di accendere in automatico la luce al calar del sole. All’arrivo dell’alba si spegnerà da sola, garantendo di non sprecare mai corrente e dimezzare i costi d’illuminazione.

Articoli correlati: