L’aspirapolvere è uno degli elettrodomestici più acquistati, perché rende più semplice mantenere pulita la casa. In commercio ci sono diversi modelli di aspirapolveri, che differiscono per funzioni e per prezzo di listino. Indipendentemente dal modello che si è deciso di acquistare, è fondamentale essere consapevoli dell’importanza della manutenzione e della buona pulizia dell’elettrodomestico.

Mantenendo l’elettrodomestico pulito e facendo manutenzione quando necessario si avrà la possibilità di sfruttare l’aspirapolvere al massimo delle sue potenzialità. La manutenzione periodica è inoltre vantaggiosa dal punto di vista economico: la sostituzione delle componenti usurate comporta una spesa minore rispetto alla riparazione di un eventuale danno determinato dall’utilizzo dell’elettrodomestico con componenti usurate.

Come pulire l’aspirapolvere

Tutti i possessori di questo elettrodomestico dovrebbero sapere come pulire l’aspirapolvere. La pulizia dell’elettrodomestico è semplice e non c’è bisogno di rivolgersi ad un professionista, si può fare comodamente a casa da soli. Un errore commesso di frequente è dimenticare di pulire l’elettrodomestico al termine di ogni utilizzo: sulla spazzola dell’aspirapolvere si raccolgono polvere e detriti, i quali andrebbero rimossi prima di rimettere l’aspirapolvere al suo posto.

Per non far calare le prestazioni dell’elettrodomestico è utile controllare lo spazio residuo nel sacchetto prima di iniziare con una nuova sessione di pulizia. Utilizzare l’aspirapolvere con un sacchetto quasi completamente pieno significherebbe ridurre le prestazioni dell’elettrodomestico e dunque dover impiegare più tempo per giungere ad un’ottima pulizia della casa. Lo stesso discorso vale per i modelli che non prevedono il sacchetto: in questo caso bisogna controllare lo spazio residuo nel serbatoio prima di iniziare a pulire casa.

Oltre alla pulizia della spazzola da fare al termine di ogni utilizzo, per proteggere l’elettrodomestico bisognerebbe controllare ogni 2/3 mesi il filtro per aspirapolvere. Il filtro è una delle componenti più importanti di questo elettrodomestico, perché trattiene gran parte delle impurità dell’aria e la polvere ed in questo modo protegge il funzionamento dell’aspirapolvere. Accendere l’elettrodomestico con un filtro sporco o lesionato significa perdere un sistema di difesa e rischiare di rompere l’aspirapolvere. Il filtro andrebbe quindi sostituito se risulta rotto o eccessivamente usurato, oppure semplicemente pulito se risulta sporco.

Manutenzione aspirapolvere: alcuni consigli

Parlando della pulizia dell’elettrodomestico, è già stata descritta l’importanza del filtro, che andrebbe pulito ogni paio di mesi e sostituito quando necessario. La pulizia del filtro non è però l’unica operazione da fare per una corretta manutenzione dell’aspirapolvere.

Per dare la possibilità all’elettrodomestico di esprimere al meglio le sue potenzialità è fondamentale fare anche il checkup del motore. Il controllo del motore si rende necessario nel momento in cui l’elettrodomestico inizia a perdere la sua forza aspirante. La riduzione della forza aspirante è il segno che qualcosa non sta funzionando correttamente e quindi, prima che la situazione peggiori, è utile intervenire in maniera tempestiva facendo tutti i controlli del caso.

La perdita di aspirazione potrebbe essere causata non solo da un guasto al motore, ma potrebbe essere dovuta anche ad un’alterazione delle tubazioni terminali. Può capitare infatti che le tubazioni terminali non risultino più perfettamente connesse tra loro, evento che porta ad una riduzione della forza aspirante e dunque delle prestazioni dell’elettrodomestico. Nonostante il consumo energetico sia quello di sempre – o addirittura maggiore – l’elettrodomestico non riesce ad aspirare come al solito, costringendo a stancarsi di più per pulire la casa.

Con i controlli periodi ed eventualmente con i semplici interventi di manutenzione che si rivelano necessari si potrà preservare il funzionamento del proprio aspirapolvere, evitando di doverne acquistare uno nuovo ogni pochi mesi. Spesso basta davvero poco per riportare l’elettrodomestico alle massime prestazioni, ad esempio la semplice sostituzione del filtro dell’aspirapolvere può cambiare in maniera radicale le prestazioni di questo elettrodomestico ed aumentarne l’efficienza.

Articoli correlati: