C’è sempre necessità di ottenere liquidità per le più svariate motivazioni, e uno dei modi più utilizzati per ottenere queste somme è quello di chiedere un finanziamento. Quando si tratta di prestiti, tra i canali ai quali è possibile rivolgersi per ottenerli, troviamo le banche.

Ma quale tipologia di finanziamenti bancari è possibile sottoscrivere? Come ci si deve comportare per poter ricevere il finanziamento e quando è possibile richiederlo?

Tipologie di finanziamenti bancari

Qualunque sia la motivazione per la quale siete spinti a chiedere un finanziamento, con il prestito personale non avrete necessità di specificare l’utilizzo che poi farete del denaro. Sembra la soluzione ideale per chi ha necessità di utilizzare queste risorse economiche nell’acquisto di beni di consumo come automobili, elettrodomestici e quant’altro. Questo perché tale tipologia di finanziamento bancario permette di ottenere la liquidità necessaria in tempi brevi e con interessi a tasso fisso. Per quanto riguarda i tempi di restituzione, il prestito personale può essere suddiviso in un massimo di 120 rate mensili.

È possibile poi scegliere la cessione del quinto, una tipologia di finanziamento che si rivolge ai dipendenti sia del settore pubblico sia del privato e ai pensionati e consiste nella trattenuta in busta paga di un quinto dello stipendio o della pensione. Il vantaggio è garantito dal fatto che non c’è bisogno di prestare garanzie particolari, rispetto ad altre tipologie di finanziamenti.

Se poi c’è già un finanziamento in corso, ma sorge la necessità di ottenere altra liquidità, è possibile chiederne un altro nella forma del prestito con delega. La rata periodica verrà trattenuta direttamente in busta paga. Questo finanziamento è fondato sulla facoltà, per chi lo richiede, di cedere un proprio credito a terzi senza bisogno del consenso del debitore.

Esiste infine il prestito per consolidamento dei debiti, soluzione ideale per chi ha più prestiti già attivi e intende riassorbirli tutti in questo unico prestito per estinguerli con condizioni più vantaggiose.

Va detto che ad oggi ci sono tantissimi istituti di credito che erogano prestiti sul territorio nazionale. Tra i tanti segnaliamo i prestiti personali di IBL Banca che risultano essere tra i più interessanti sia per condizioni di erogazione che per tassi di interesse applicati.

I requisiti necessari per ottenere i vari tipi di finanziamento bancario

I prestiti personali possono essere richiesti dai cittadini italiani, o da chi risiede in Italia da almeno un anno. Deve trattarsi di persone che svolgono attività di lavoro dipendente, autonomo o d’impresa anche individuale, con un’età compresa tra i 18 e i 70 anni. Chi svolge lavoro a tempo determinato, stagionale o domestico ha comunque la possibilità di accedere al finanziamento purché venga affiancato da un garante che possieda un reddito in grado di garantire la restituzione.

La cessione del quinto può essere richiesta da dipendenti statali e dipendenti privati o da pensionati.

Per quanto riguarda il prestito con delega, questa tipologia di finanziamento è ottenibile soltanto da parte di chi percepisce il reddito da lavoro dipendente con assunzione a tempo  indeterminato.

Cosa è necessario presentare per ottenere finanziamento

Ottenere un prestito personale richiede la presentazione di una determinata documentazione. Innanzitutto, serve un documento d’identità in corso di validità, il codice fiscale e la documentazione utile ad attestare il reddito. Può essere una busta paga, il Modello Redditi per chi svolge attività d’impresa o di lavoro autonomo, o ancora i documenti attestanti la pensione per chi non svolge più attività lavorativa.

Articoli correlati: