Dal 22 Ottobre 2018 è arrivato in Italia il prestito personale a tasso negativo, una nuova iniziativa lanciata dal portale online Facile.it, che si occupa di mutui, assicurazioni e della ricerca e della comparazione dei mutui, che si appresta a rivoluzionare l’intero mondo finanziario, infatti la caratteristica di questo nuovo prestito permette ai clienti di restituire una somma di denaro inferiore a quelle ricevuta, ma come funziona? Chi può accedere a questa tipologia di finanziamento? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Che cos’è e come funziona un prestito a tasso negativo?

Il prestito a tasso negativo è un finanziamento non finalizzato, ovvero consente al cliente di poter spendere la somma di denaro ricevuta come meglio crede, questo tipo di prestito al momento viene erogato solamente per cifre che non superino i 1000 euro e la sua restituzione, con un’applicazione del TAEG al -1%, è spalmata in periodo di tempo di due anni.

Potranno fare richiesta per avere un prestito a tasso negativo tutti i pensionati, i liberi professionisti, i lavoratori autonomi e i lavoratori dipendenti, mentre le persone che non potranno dimostrare di avere un reddito, quindi che non possono dimostrare di poter restituire le rate e i cattivi pagatori, ovvero le persone che in passato hanno avuto dei disguidi finanziari non potranno avere accesso all’erogazione del prestito.

Le caratteristiche e i vantaggi futuri del prestito a tasso negativo

Il prestito a tasso negativo è possibile richiederlo solamente online tramite il portale online Facile.it dal 22 Ottobre ed entro e non oltre il 30 Novembre 2018, il finanziamento viene erogato dalla piattaforma digitale di credito francese Younited Credit che dal 2011 opera anche in altri Paesi dell’Unione Europea.

Questa nuova iniziativa, che è la prima in Italia e che anche all’estero i Paesi che offrono questa tipologia di finanziamento sono veramente pochi, consente al cliente di poter ottenere un prestito personale di 1000 euro, dove al momento dell’accredito sul conto verranno erogati 1054 euro di cui 11 euro serviranno da capitale aggiuntivo e 43 euro per ripagare gli interessi, in questo modo con le rate spalmate in due anni il consumatore restituirà alla finanziaria un importo inferiore della somma ricevuta pari a 989 euro.

I responsabili del portale online di Facile.it per attuare questa nuova e innovativa iniziativa finanziaria si sono basati sulle esperienze di prestito negativo più significative effettuate qualche tempo fa in Germania, in pratica gli attuatori di questa tipologia di prestito anche in Italia reputano che riuscire ad ottenere un maggiore numero spostamento di clienti dai canali offline a quelli online, tenendo presente che l’anno scorso in Italia sono stati erogati finanziamenti per oltre 22 miliardi, il prestito a tasso negativo con la riduzione del TAEG compresa tra lo 0,5 e l’1% porterà a un potenziale risparmio dei tassi d’interesse che potrebbe aggirarsi tra i 300 e i 500 milioni di euro.

Articoli correlati: