cibo

Per molti, è conosciuto con il nome commerciale di Mon Cheri, ma, il cioccolatino con liquore e ciliegia, in realtà, trova origine nell’originale cioccolatino al liquore, il boero. Chiamato anche preferito, il boero è un gustoso cioccolatino al cui interno si trova una ciliegia sotto spirito avvolta col suo liquore. Un contrasto che ha reso questo cioccolatino tra i più amati per gli amanti del dolce. Morbido e gustoso dentro, croccante fuori, grazie al suo guscio di cioccolato fondente. La storia di questi cioccolatini sembra trarre origine nel 900, da un pasticcere svizzero Emil Gerbeaud. Cerchiamo di sapere qualcosa in più su questo gustoso dolcetto.

Cioccolatino al liquore: ecco l’origine del boero

In molti avranno gustato questa meraviglia per il palato, probabilmente soffermandosi sulla sua sua esplosione del gusto e non tanto sulle sue origini. Ma, per i più curiosi, ecco alcune informazioni sulle origini di questo cioccolatino al liquore. La sua ricetta sembrerebbe portare la firma di un pasticcere svizzero di nome Emil Gerbeaud, e risalire ai primi del 900. Sull’origine del nome non si sa ancora molto, sembrerebbe che il riferimento sia dovuto al colore delle divise indossate dai soldati boeri sudafricani. Appunto, carta rossa per richiamare le divise rosse. Comunque, al di la delle origini del nome, chi ha avuto la fortuna di assaggiare questo cioccolatino, difficilmente ne dimentica il gusto. Un accostamento bizzarro, ma che negli anni si è dimostrato vincente, che vede un cioccolatino ripieno, il cui esterno è fatto con cioccolato fondente e all’interno una ciliegia sotto spirito e di un liquore aromatizzato alla ciliegia. Molti, accosteranno il boero al famoso Mon Cheri, che, in realtà, ne rappresenta una riproduzione che la Ferrero ha messo sul mercato nel 1956.

Cioccolatino al liquore: ecco come si prepara il boero

La ricetta tradizionale è facile da seguire, ma, sicuramente per ottenere lo stesso risultato bisognerà conoscere qualche segreto e prendere dimestichezza con la preparazione. Comunque, per chi volesse provare a realizzare il boero, ecco i procedimenti salienti:

  • munirsi di uno stampo per i cioccolatini. Far sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria e, con un pennello, spennellare lo stampino;
  • creare sul fondo dello stampo una serie di strati sottili ma uniformi con la cioccolata fusa. Ricordando, tra uno strato e l’altro di farlo raffreddare in frigorifero per almeno una mezzora;
  • per quanto riguarda il ripieno, prendete le ciliegie e, dopo aver tolto il nocciolo, prendetele singolarmente e avvolgete la ciliegia nello zucchero fondente prima di metterla all’ interno del cioccolato;
  • sfruttando il cioccolato rimasto, preparate uno strato per la chiusura, mettendo a raffreddare il composto in frigorifero di nuovo per qualche ora;
  • infine, capovolgere lo stampo, e, aiutandovi con le dita, premete il contenitore per estrarre i cioccolatini. Questi cioccolatini golosi saranno pronti dopo 2 o 3 giorni, quando l’ alcool delle ciliegie fa sciogliere lo zucchero fondente e crea all’interno un gustoso liquore.

Articoli correlati: