Hypnos, dio del Sonno

Rispolveriamo la mitologia greca per parlare di Hypnos, il dio del Sonno. Per chi non lo sapesse, Hypnos era padre di Morfeo e fratello di Thanatos, il dio della Morte, nonché figlio della divinità Nyx, dea della Notte e di Erebo, il dio dell’Oscurità.

Evocato in molte opere letterarie, Hypnos è uno degli dei greci più conosciuti, famoso per la sua capacità di far addormentare in pochi istanti chiunque. Intorno alla figura di Hypnos si concentrano molti miti, che ne narrano la storia. Tra le ipotesi più accreditate sulla sua esistenza, sembra che sia vissuto in una grotta nei dintorni del fiume Oblio. Hypnos è narrato come un dio buono, evocato dagli uomini per trovare riposo. L’iconografia legata a Hypnos, ritrae un dio giovane, dall’aspetto gradevole, dotato di ali diposte sul capo. Non è raro che Hypnos sia rappresentato con un papavero. In alcune occasioni, invece, tiene in mano un corno, con il quale probabilmente faceva addormentare le persone.

La storia di Hypnos: il dio della mitologia greca, dalla capacità di addormentare chiunque

La storia di Hypnos è narrata da diversi poeti e scrittori, che lo citano in diverse occasioni nelle loro opere. Secondo Esiodo, ad esempio, Hypnos risiedeva in una terra sconosciuta situata ad ovest, mentre per Omero il dio viveva nella città di Lemnos. Esiodo, inoltre, ne descrive persino la dimora, costituita da due porte: una trasparente, da cui fuoriuscivano i sogni reali e una d’avorio, destinata invece ai sogni fittizi. La storia di Hypnos è ricca di episodi leggendari. Si narra che il suo potere fosse così grande, da riuscire ad addormentare non solo gli umani, ma anche gli dei. Molte vicende, infatti, narrano episodi del genere. Nell’Illiade si racconta che Era pregò Hypnos per far addormentare Zeus, con l’intento di permettere a Poseidone di uccidere Eracle. Al risveglio, Zeus arrabbiatosi molto, lo lanciò in mare. Hypnos, per sua fortuna, fu salvato da sua madre. Anche in un altro episodio, Era richiese l’aiuto di Hypnos per addormentare Zeus, ma il dio si lasciò persuadere solo con la promessa di sposare una delle Grazie, Pasitea. Fu solo allora, infatti, che Hypnos assunse le sembianze di un uccello e riaddormentò il dio dell’Olimpo.

Hypnos è un dio dotato di una forte personalità. Dalla sua unione con Pasitea nacquero numerosi figli, tra cui Morfeo, Icelo, Momo, Fantaso e Fobetore. La storia di Hypnos è la storia di un personaggio buono, che interviene per aiutare gli uomini e gli dei in difficoltà, utilizzando il sonno come potere eccezionale. La mitologia greca è ricca di dei, le cui personalità hanno forte valore simbolico. Tra gli dei più conosciuti della mitologia, Hypnos è uno dei più importanti. Capace di restituire vigore, apportando un sonno ristoratore, Hypnos era evocato dagli uomini per lenire le fatiche della giornata, affinchè potessero riposare bene. Intorno alla sua figura si sono concentrate molte leggende, narrata da grandi scrittori come Esodo e Omero. In tutte, Hypnos appare come un dio benevolo, che non esitava ad aiutare uomini e dei.

Articoli correlati: