Bici elettrica

Le bici elettriche sono di moda nell’ultimo periodo, in relazione al maggior interesse suscitato dal problema dell’inquinamento ambientale. Non si tratta solo di tendenza, quindi: la scelta di muoversi con una bicicletta elettrica riguarda le nostre coscienze.

Ognuno dovrebbe preoccuparsi dei danni ambientali, provocati dall’impiego di mezzi di trasporto molto inquinanti, che emettono nell’aria molti gas nocivi, cui siamo esposti in modo costante. La bicicletta elettronica è dunque un’ottima soluzione per la salute e l’ambiente. Un compromesso che trova sempre più successo, nel numero d’individui che si apprestano ad acquistare bici elettroniche.

Oggi, si possono trovare, infatti, molti modelli validi a costi sostenuti, approfittando anche di offerte vantaggiose, grazie all’acquisto dell’usato.

Bici elettroniche: caratteristiche principali di questi ciclomotori

Le biciclette elettroniche non sono tutte uguali. Ognuna, infatti, possiede caratteristiche diverse, soprattutto in base al motore e alla batteria, oltre che la tipologia. Le bici elettroniche possono essere divise in:

  • Bici a pedalata assistita: questi ciclomotori hanno un limite di velocità di 25 km/h e un motore è di 250 Watt. Sono definite Pedelec e per far funzionare il motore è necessario spingere sui pedali
  • Ebike: non sono ancora utilizzate in Italia, ma in Europa il regolamento impone di indossare il casco, poiché simili ai motorini di cilindrata 50­

Una delle caratteristiche più importanti di una bici elettrica è il motore. Questo può essere di due tipologie: il motore elettrico nel movimento centrale, situato tra i pedali e permette di camminare con circa il 25% di pendenza. Il motore fa girare la corona e i pedali sono predisposti anche al cambio di marcia e quello al mozzo, in cui il motore è appunto posizionato in uno dei mozzi della bici.

Questo modello è ideale per pendenze minori, in genere intorno al 15%. In base al sensore installato sul motore, quest’ultimo riesce a raggiungere una determinata potenza. I motori con sensori di cadenza di pedalata, permettono l’incremento della potenza del motore attraverso la pedalata e il movimento del manubrio. Invece, quelli con i sensori di sforzo, in base all’intensità della pedalata permettono al motore di acquisire maggiore potenza.

Anche in questo caso, i livelli sono regolati dal manubrio. Altro elemento principale è la batteria. Questa può essere in litio o in piombo. Il primo, rende le batterie molto più durature nel tempo. Il piombo, invece, costa meno, ma infierisce sulla durata della batteria.

Bici elettriche: guida all’acquisto di modelli usati a prezzi competitivi

Le biciclette elettroniche sono un’ottima alternativa per chiunque voglia spostarsi in città, riducendo l’emissione di gas nocivi dei comuni mezzi di trasporto. Come abbiamo accennato, l’acquisto della bicicletta elettronica prevede lo studio delle sue caratteristiche: non solo motore e batteria, ma anche il telaio.

E’ importante che la scelta sia propensa a un modello collaudato, che risponde alla normativa Europea. Su Subito.it ed eBay è possibile trovare molte biciclette usate in vendita. Anche su bikeshopping.it, è possibile scegliere tra diversi modelli usati, alcuni in ottime condizioni.I prezzi sono vari e vanno da qualche centinaio di euro a oltre i mille euro.

Articoli correlati: