L’assicurazione per i veicoli in Italia è obbligatoria, deve essere stipulata per ogni mezzo dotato di targa che circola su strada, quindi anche gli scooter 125 non fanno eccezione. Le tariffe, solitamente, sono abbastanza elevate perché si vendono un gran numero di moto di questa cilindrata, rispetto a quelle più alte, che vengono acquistate spesso da ragazzi molto giovani che hanno pochi anni di esperienza di guida alle spalle. Oltre a questo, ci sono anche altri fattori che influenzano il costo annuale dell’assicurazione: in ogni caso, si possono scovare tanti piccoli accorgimenti che, adottati tutti insieme, possono far risparmiare dei soldi e permettere di sostenere le spese.

Assicurazione scooter 125: I fattori che influenzano i costi

Quando ti rechi in una filiale per stipulare un’assicurazione per scooter 125, questa viene calcolata in base a differenti parametri che influiscono sul suo costo totale:

  • classe di merito di chi assicura il veicolo: si calcola in base agli anni di possesso della patente e dal numero di sinistri commessi. Sia un neopatentato che chi ha dovuto rimborsare numerosi danni si troveranno a pagare somme elevate;
  • residenza: il premio assicurativo non è uguale in tutte le regioni italiane, è influenzato dai dati statistici che prendono in considerazione gli incidenti che si commettono e le truffe di coloro che circolano senza una polizza in determinato territorio. Nelle regioni del nord Italia l’RC moto è più economica rispetto a quelle del sud;
  • luogo di ricovero abituale della moto: se non possiedi un garage e stipuli una polizza sul furto questa ti costerà di più in quanto le probabilità che il veicolo possa essere trafugato sono maggiori;
  • garanzie plurime: sono delle polizze aggiuntive che, oltre al danno verso terzi, coprono anche, ad esempio, quelli inflitti al guidatore o al veicolo, quelli causati da un incendio, da eventi atmosferici, atti vandalici, ecc;
  • numero di guidatori che hanno accesso al mezzo: si parla di guida libera quando più persone usufruiscono dello stessa moto 125, mentre la guida è esclusiva quando il veicolo è condotto sempre dallo stesso proprietario. Viene da sé che la guida libera avrà un premio assicurativo maggiore.

Come risparmiare sull’assicurazione di uno scooter 125

Per risparmiare sull’assicurazione di una moto 125 basta studiare a fondo la legge e trovare degli escamotage, all’interno della stessa, per risparmiare. L’unica polizza obbligatoria in Italia è l’RC moto cioè la responsabilità civile per un veicolo a due ruote: si tratta di una copertura verso i danni a cose e persone. Stipulando solo questa, senza le garanzie aggiuntive, avrai già un risparmio notevole.

Per far scendere ulteriormente il premio assicurativo si può applicare la Legge Bersani; se sei un neopatentato o hai commesso ripetuti incidenti con questa norma potrai richiedere di assicurare la tua moto 125, nuova o usata, con la stessa classe di un componente della tua famiglia che ha il medesimo veicolo.

L’istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (IVASS) applica uno sconto a tutti coloro che non hanno fatto incidenti per 5 anni e hanno deciso d’istallare una scatola nera all’interno del proprio mezzo. Questo è un dispositivo che monitora tutto ciò che accade durante la marcia della moto e, in caso d’incidenti, viene analizzato per stabilire di chi è la colpa.

Come trovare l’assicurazione più economica

Per trovare l’assicurazione più economica per una moto 125 occorre avere pazienza e richiedere più preventivi presso differenti filiali e valutare quale sia quello più conveniente. Attualmente esistono differenti siti che riescono automaticamente a confrontare i premi di varie assicurazioni: in questo modo riuscirai più velocemente a fare le tue valutazioni e a trovare quella meno costosa.

Articoli correlati: