Al nono posto nella classifica Box Office la pellicola cinematografica After ha riscosso una modesta adesione da parte di tutti i fan stregati dalle pagine del volume letterario. La serie di romanzi creati dalla scrittrice statunitense Anna Todd si suddivide in cinque capitoli, oltre un prequel, nati sulla piattaforma di Wattpad.

Nel corso del 2015 la serie After ha riscosso un successo tale tra gli acquisti letterari da rendere l’opera tra le più vendute, arrivando all’apice delle classifiche in diversi paesi del mondo. After nasce come una Fanfiction ispirata al componente della band One Direction, Harry Styles, sotto i diritti cinematografici acquistati da Paramount Pictures nel 2014. Ma che cosa aspettarci dalla versione presente al cinema?

Trama e narrazione

La narrazione della pellicola cinematografica After si snoda attraverso il punto di vista di Tessa, figlia e studentessa modello, nonché fidanzata ideale fino al momento del suo incontro con Hardin Scott. La prima fase della storia si svolge priva di intoppi nella descrizione della vita ‘quasi monotona’ di Tessa, figlia di una madre single in lotta tra ostacoli e difficoltà economiche.

Al momento del trasferimento di Tessa in un college di Atlanta la sua vita riceve uno scossone. L’incontro con Hardin Scott si dimostra eccitante creando una sorta di dipendenza dalla sua personalità misteriosa e dalla collera facile in grado di assalirlo in qualsiasi momento. La domanda che si pone per tutti i spettatori che non hanno acquistato la versione letteraria è la seguente: riusciranno due caratteri in apparenza così differenti a compensare i propri difetti e le proprie mancanze?

Cosa cambia nel film rispetto al libro

La versione cinematografica di After viene raccontata dal punto di vista di Tessa, in linea con la penna della scrittrice, annullando tutte le scene più violente e intime presenti nei vari capitoli letterari. Anche la squadra dietro la realizzazione del film si presenta alquanto femminile, concentrandosi sull’interpretazione magistralmente riuscita dell’attrice 21enne Josephine Langford.

Nonostante l’assenza di scene spinte il tessuto della trama si lega inevitabilmente ad un appetito spinto che riemerge grazie all’incontro non programmato con uno dei ragazzi più sensuali e affascinanti dell’intero college. L’unica critica mossa alla pellicola di After si concentra proprio sull’assenza di una somiglianza concreta con il musicista della band One Direction al quale l’autrice si è ispirata, dimostrandosi un ragazzo alquanto viziato e irascibile.

Rispetto al libro di After ci si deve aspettare una versione maggiormente romantica e per certi lati melensa, non particolarmente interessante in relazione alle aspettative letterarie prevedendo un finale tra i più ‘rassicuranti’ in assoluto.

Articoli correlati: