La globalizzazione e la rivoluzione digitale hanno profondamente cambiato il mondo e la nostra quotidianità; uno dei settori che maggiormente ha subito profondi mutamenti è quello finanziario che ha visto una nuova concezione delle banche e dei suoi prodotti. Le carte prepagate, in questo senso, hanno riformulato il concetto di carta di credito e di debito avvicinandosi al grande pubblico e soprattutto ai più giovani. Gli ultimi anni sono stati gravidi di offerte e nuovi pacchetti che hanno aiutato la diffusione sempre più capillare delle carte prepagate che sono capaci di offrire un servizio esteso e funzionale a costi ridotti o pari a zero. Chescelta.it, a tal proposito, ha stilato diverse guide per aiutare gli utenti a scegliere la carta prepagata più confacente alle proprie necessità: guide che confrontano ed analizzano costi e benefici delle carte prepagate in commercio con i punti forti, e non, offerti dai diversi istituti di credito.

La carta prepagata Hype

Hype è, senza ombra di dubbio, uno dei prodotti più richiesti del 2019. Questa prepagata è emessa da Banca Sella e si presenta come un prodotto innovativo e funzionale con costi ridotti praticamente a zero. La carta è dotata di un codice IBAN e, dunque, può essere utilizzata come un conto corrente a tutti gli effetti. La carta può essere gestita con un’applicazione dal proprio cellulare che consente di effettuare numerose operazioni tra cui bonifici bancari e pagamenti di varia natura. La carta appartiene al circuito MasterCard per cui può operare senza alcuna difficoltà in ogni parte del mondo. Il canone è pari a zero, così come i costi di emissione, mentre per le ricariche la spesa può variare da 0 a 2,50 euro come per tutte le ricariche di questo tipo. Anche le commissioni sui prelievi sono pari a zero.

I vantaggi di N26

N26 è stato uno dei prodotti più interessanti dell’anno proponendo soluzioni originali e vantaggiose per giovani e meno giovani. Questa prepagata opera nel circuito MasterCard ed è emessa dall’omonima banca tedesca N26. Come altre soluzioni, non presenta canone annuo e offre limiti di spesa molto alti rispetto alla concorrenza. Il limite di prelievo giornaliero è fissato a 2500 euro, mentre quello di spesa è 5 mila. La carta, inoltre non ha limiti di ricarica e offre l’interessante azzeramento sia dei costi di emissione che di ricarica. La commissione fissa sul prelievo è zero mentre la quota variabile è dell’1,7%. N26 è disponibile sia nella versione standard che nelle versioni con maggiori servizi e costi, dedicati ai clienti business o top. La carta può essere gestita interamente dall’app mobile e ci permette di effettuare le stesse operazioni di un tradizionale conto corrente.

L’innovativa Revolut

Revolut presenta le medesime caratteristiche della maggior parte delle carte prepagate ma in aggiunta offre alcune interessanti variabili per aiutare a ridurre ulteriormente i costi di gestione. Il circuito di riferimento è MasterCard: un circuito riconosciuto in ogni angolo della terra e che permette di non avere problemi anche all’estero. Il canone annuo della carta è pari a zero; gratis è anche il costo di ricarica della carta mentre per l’emissione sono necessari 5 euro. Revolut consente un limite di prelievo giornaliero di 250 euro mentre per tutte le altre operazioni di spesa, trasferimento e ricarica non ha limiti. Le commissioni sul prelievo sono pari a zero fino a 200 euro e del 2% per cifre superiori. Oltre la versione base è possibile sottoscrivere le varianti Premium e Metal che presentano ulteriori vantaggi ma hanno costi di gestione superiori.

Articoli correlati: