scuola

Il primo giorno di scuola è uno dei momenti di crescita più importati per i piccoli. Per i genitori è una grande emozione accompagnarli davanti al protone d’ingresso e rendersi conto di come il tempo passi velocemente. Non tutti i bambini, però, sono contenti di rientrare tra i banchi di scuola, perché, se da un lato c’è la felicità di rivedere i propri compagni, dall’altro sanno perfettamente che questo inizio segna la fine delle vacanze estive e del relax quotidiano. Si ricomincia con il tran tra dei compiti da svolgere nel pomeriggio e con le alzatacce la mattina per non arrivare in ritardo al suono della campanella. Comunque, se i vostri figli rientrano tra quest’ultimi non bisogna assolutamente preoccuparsi, visto che vengono da ben 2 mesi di vacanze.

La cosa importante è sicuramente quella di non aumentare l’ansia e lo stress nei confronti di una situazione che anche per loro non è sicuramente facile da gestire. Ma, una volta pronti al rientro in classe, ecco che bisognerà fare i conti con gli accessori per la scuola, che variano in basse alla classe e all’istituto frequentato dal bambino. Vediamo insieme, in linea di massima, cosa non deve mancare nello zaino per i primi giorni di scuola.

Accessori per la scuola: ecco cosa occorre per i primi giorni

Sicuramente le richieste e gli accessori necessari sono diversi in base all’età del bambino e alla classe che frequenta. Nella maggior parte dei casi, infatti, più si cresce con l’età, quindi dalle scuole elementari in poi, e più diventa semplice sapere ciò che occorre, anche in anticipo. Infatti, per i testi scolastici viene preparata una lista con i libri da acquistare e tutto il materiale occorrente per le discipline che si svolgono. La maggior parte delle mamme tende a ordinare con anticipo i libri, così da non doversi ritrovare a correre gli ultimi giorni. Ma, anche se si è in possesso dei testi scolastici, ovviamente, non sarà necessario portarli già dal primo giorno. In quel caso, sarà sufficiente entrare in classe con un paio di quaderni, così da segnare appunti, un diario per trascrivere gli orari delle lezioni, e un astuccio con delle penne ed evidenziatori. Poi, nel corso dei giorni, saranno gli insegnanti stessi a indicare agli studenti cosa portare e con che tempistica.

Nel caso, invece, di bambini più piccoli, quindi asilo nido e scuola dell’infanzia, il problema dei libri ovviamente non si pone. Ma, il consiglio è quello di partecipare alle riunioni indette dalla scuola qualche giorno prima dell’inizio dell’anno scolastico, così da poter conoscere le insegnanti che seguiranno i piccoli durante i mesi successivi e il materiale che occorre per svolgere le attività in classe. Anche per loro, così come spesso accade alle scuole elementari, nella maggior parte dei casi è previsto lo stesso abbigliamento per tutti gli alunni della stessa classe, magari un completo, felpa e pantaloni dello stesso colore. Ovviamente, questa condizione non prosegue per le scuole medie e superiori. Infine, si consiglia ai genitori, vista la mole di libri che i bambini devono portare in classe, di acquistare uno zaino con le rotelle, così da evitare un peso eccessivo sulle spalle del bambino.

Articoli correlati: