legno

L’olmo, conosciuto anche con il nome Ulmus, in latino, è un tipo di legno duro e pregiato che cresce nell’Europa centrale e meridionale, principalmente nelle zone collinari, fino a 1500 metri di altezza. Si tratta di un tipo di legno abbastanza reperibile, infatti, si trova anche in Eurasia, Nord America, Messico e Cina. Questo è sicuramente un punto a suo favore, in quanto una maggior vicinanza del legno permetterà un vantaggio dal punto di vista del costo da sostenere per l’acquisto. Il legno dell’olmo è sicuramente uno dei più belli e pregiati, ed è l’unico albero deciduo, dove le vere e proprie foglie nascono successivamente alla comparsa di fiori e frutti. È una tipologia di legno molto resistente, che però diventa facilmente malleabile durante il trattamento di lavorazione.

Legno duro e pregiato: quali sono le caratteristiche dell’olmo?

Il legno dell’olmo è uno dei legni più belli e pregiati, oltre che resistente che si possa trovare. Esistono tre tipi di olmo, che si differenziano principalmente per la colorazione del durame:

  • l’olmo campestre, con un colore marrone cioccolato-rossastro
  • l’olmo montano, con un colore da marrone chiaro a rosso rubino
  • l’olmo bianco, con un colore grigio-marrone chiaro

L’olmo, così come la maggior parte degli alberi, può raggiungere anche un’età avanzata, ma, a causa della malattia dell’olmo olandese, provocata da uno scarafaggio che può trasmettere malattie fungine, attualmente è possibile trovarne solo esemplari giovani. Il legno di olmo, nonostante la sua consistenza, è facilmente lavorabile. La sua lavorazione, però, comporta una serie di accortezze dovute proprio alla tipologia del legno che tende a irruvidirsi e a deformarsi.

Legno duro e pregiato: per cosa viene usato?

Grazie alla sua colorazione e alla sua resistenza, l’olmo viene utilizzato per rivestire pareti e soffitti, ma anche per realizzare mobili, anche in legno massello, e pavimenti come il parquet. La sua brillantezza lo rende un elemento perfetto per diversi ambienti, così come la sua durezza, che aggiunge anche la resistenza agli urti. Inoltre, viene anche utilizzato per costruire complementi di arredo e strumenti musicali. Trattandosi di un legno non molto resistente agli agenti esterni, il consiglio è quello di utilizzare insieme anche la cera, che deve essere applicata ovviamente da personale esperto. Stesso discorso vale per qualsiasi tipo di liquido utilizzato durante la lavorazione che, se lasciato troppo a lungo a contatto con il legno, rischia di lasciar penetrare l’umidità. Infine, per eliminare tutti i dislivelli e le imperfezioni del legno, sopraggiunti durante la lavorazione, si utilizza una tecnica chiamata “spazzolatura”Attualmente, l’olmo rientra tra le tipologie di legno più pregiate e versatili e viene utilizzato per diverse tipologie di lavorazione. Rappresenta, senza ombra di dubbio, il tipo di legno ideale per decorare la propria casa e aggiungere un tocco di brillantezza.

Olmo: curiosità

Forse non tutti sanno che l’olmo, oltre a essere un legno noto per la sua durezza e il suo pregio, è anche conosciuto nel mondo della mitologia. Sembrerebbe essere stato venerato, in passato, come albero in grado di salvare la vita, grazie alle proprietà cicatrizzanti e antinfiammatorie della corteccia.

 

Articoli correlati: