Startup

Il settore Ho.Re.Ca. è stato uno dei più colpiti dalla pandemia, con le imprese che oltre a fare i conti con il crollo del fatturato hanno dovuto affrontare profondi cambiamenti.

Dal boom del delivery alla richiesta dei clienti di pagare con la carta o lo smartphone, dall’esigenza di proporre i menu digitali e velocizzare il servizio, fino alla necessità di ottimizzare i costi e alla difficoltà di trovare personale, il contesto attuale richiede un approccio completamente nuovo per rimanere competitivi e far crescere il business.

Una soluzione concreta in quest’ambito arriva da Qromo, startup innovativa di Milano specializzata nell’innovazione e nella digitalizzazione delle attività in ambito Ho.Re.Ca. e in altri settori.

La food tech italiana nata nel 2020 è già stata valutata 1,5 milioni di euro con il primo round di investimenti, a dimostrazione delle potenzialità del progetto che con meno di 100 clienti ha fatto registrare numeri considerevoli, con oltre 150.000 ordini e 2 milioni di euro di transato gestito.

Il prodotto principale di Qromo è un innovativo sistema di Order & Pay, con il quale i clienti possono ordinare direttamente dal tavolo usando il proprio smartphone. Nella proposta della startup milanese ci sono anche un software gestionale di ultima generazione, con il quale semplificare la gestione dell’attività.

In appena due anni la crescita di Qromo è stata sostanziale, infatti in questa prima parte del 2022 il transato è aumentato del 75% rispetto al 2021 e le tecnologie della startup sono utilizzate in oltre 20 città italiane come Roma, Milano, Torino e Napoli.

Come funziona il Menù Digitale di Qromo e quali funzionalità offre

Per comprendere il successo della startup italiana è sufficiente scoprire come funziona Qromo e concentrarsi sui vantaggi che offre a realtà come ristoranti, bar, stabilimenti balneari, food truck, hotel e resort.

Innanzitutto, è possibile creare in pochi istanti un Menù Digitale economico, personalizzato e multilingua, in questo modo i clienti devono appena inquadrare il QR Code con la fotocamera del proprio smartphone per accedere al menù.

Inoltre, grazie alle funzionalità di Qromo i clienti possono anche selezionare i piatti e ordinare dal telefono, inviando la comanda in modo autonomo per rendere più efficiente il lavoro dei camerieri e risparmiare sui costi.

È anche possibile pagare al momento della conferma dell’ordine, per evitare file in cassa e offrire un servizio più rapido e moderno ai propri clienti. Con Qromo lo staff può concentrarsi sulla qualità del servizio, evitando di perdere tempo con attività poco proficue e ripetitive.

Come spiegato sul sito di Qromo.it, con questa tecnologia è possibile gestire anche i servizi di asporto e delivery in modo ottimale, utilizzando la stessa piattaforma per amministrare il servizio al tavolo e le altre modalità di vendita.

Qromo include anche statistiche di vendita avanzate, con la possibilità di accedere a dati e analytics dettagliate con cui pianificare strategie efficaci per aumentare il fatturato e i profitti.

I vantaggi di Qromo per la crescita del business nel settore Ho.Re.Ca.

Nonostante Qromo sia stata creata nel 2020 in piena pandemia, la startup innovativa sta mostrando performance considerevoli e rivoluzionando il settore Ho.Re.Ca. in Italia. Il progetto nato da un’idea di Francesco Basile, grazie a una profonda conoscenza in ambito tech e food tech e un’importante esperienza in Cina, ha già prodotto risultati concreti alle imprese che hanno iniziato a usare Qromo, le quali hanno riscontrato un aumento medio dello scontrino superiore al 20%.

Questo risultato è il frutto dei numerosi vantaggi offerti da Qromo nella gestione dell’attività, come le statistiche avanzate di vendita, la rapidità del servizio grazie alle ordinazioni dei clienti via smartphone e la comodità del self order che conferisce ai clienti la massima autonomia.

Il software permette anche di creare e personalizzare il servizio di asporto e delivery, la carta dei vini, il menù dei cocktail e quello dei piatti, presentando i prodotti in modo più moderno e accattivante e usufruendo di funzionalità sofisticate come il riordinamento dei prodotti tramite algoritmo di intelligenza artificiale.

Il primo round di investimenti ha consentito a Qromo di raccogliere risorse essenziali per la crescita del progetto, con il CEO Francesco Basile che ha espresso la volontà di investire in innovazione, ampliamento dell’organico con dei nuovi talenti e la crescita di Qromo in Italia e all’estero, tra cui Spagna e Regno Unito.

Si tratta di un ottimo esempio di come sia possibile fare innovazione anche in Italia, aiutando le imprese nel processo di trasformazione digitale per creare business più moderni, resilienti e competitivi.

 

Articoli correlati: