cellulare

Avere la possibilità di bloccare l’icloud del proprio dispositivo è una sicurezza importantissima, in caso di smarrimento o furto. Già, perché se non doveste più trovare il vostro dispositivo e temete che possa capitare in mani sbagliate, sarà sufficiente utilizzare la funzione blocco iCloud o Blocco attivazione. Questa funzione si attiverà automaticamente ogni volta che verrà attivata l’impostazione “Trova il mio iPhone”, così come “Trova il mio Mac”, ecc. Per tutto il tempo che la funzione sarà attiva, nessuno potrà accedere all’icloud, quindi non sarà possibile eliminare il dispositivo, attivarlo su un account diverso o disabilitare  l’opzione “Trova il mio iPhone”, finché non verranno inserite il nome utente e la password di Apple, già memorizzate nel dispositivo. Dunque, vediamo insieme cos’è l’icloud e come funziona il blocco.

iCloud: cos’è

Con il termine iCloud, si intende il sistema che permette di archiviare i dati dell’utente su dei server connessi tra di loro, ma che non si trovano fisicamente sul dispositivo. Ovviamente, questo non vuol dire che i contenuti siano chissà dove, ma semplicemente che anche se non è possibile reperirli direttamente sul dispositivo, sono invece disponibili sul server di Apple. Grazie a questo sevizio, sarà anche possibile, non sono alleggerire la memoria del dispositivo, ma anche permettere la sincronizzazione automatica dei dati tra più apparecchi. Il tutto, usufruendo solo della connessione Wi-Fi oppure del proprio operatore mobile, senza dover ricorrere a cavi da collegare.

Controllo blocco icloud: come effettuarlo?

Il blocco iCloud o Blocco attivazione apparirà in automatico sullo schermo del dispositivo, una volta attivata la funzione “Trova il mio …”. A questo punto, se il dispositivo si trova nella mani di sconosciuti, non sarà possibile utilizzare il dispositivo, in quanto non a conoscenza del nome utente e password di Apple, originate in precedenza durante la configurazione del telefono. Quindi, senza aver inserito queste informazioni, il dispositivo non funzionerà, in quanto dovrà prima essere sbloccato. Solo una volta inseriti nome utente e password di Apple, il telefono riprenderà a funzionare.

Controllo blocco icloud: a cosa serve questa operazione?

Come anticipato, l’attivazione del blocco iCloud è un sistema di sicurezza in caso di smarrimento o furto del proprio dispositivo. Se, sul proprio schermo comparirà la scritta Blocco di attivazione o Activation Lock non necessariamente però vuol dire trovarsi di fronte a un furto. Infatti, la comparsa di questo messaggio potrebbe anche voler significare che: vi siete dimenticati di disattivare la funzione “Trova il mio iPhone” prima di accendere l’iPhone, che vi siete dimenticati di uscire da iCloud prima di cancellare l’iPhone oppure che vi trovate di fronte a un ID Apple disabilitato. A questo punto, una volta comparsa la richiesta di nome utente e ID Apple originale potrete sbloccare il dispositivo. Ovvio che se dovesse succedere a voi, per un qualsiasi errore, ecco che non avrete problemi a sbloccare il dispositivo e riprendere e a utilizzarlo. Al contrario, se il dispositivo dovesse finire in mani sbagliate, il malintenzionato di turno, non essendo a conoscenza dei vostri codici, non sarà in grado di sbloccarlo e di utilizzarlo. Il rischio è quello che qualcuno possa accedere all’icloud, eliminare il dispositivo, attivarlo su un account diverso o disabilitare l’opzione “Trova il mio iPhone”. Ovviamente, come già detto, senza nome utente e password, tutto questo non sarà possibile e il vostro dispositivo può considerarsi al sicuro. Nel caso in cui, il dispositivo fosse nelle vostre mani ma non ricordaste la password dell’ID Apple, dovrete reimpostarla.

 

Articoli correlati: