Le trasferte estero sono una priorità per alcune aziende, che hanno l’obbligo di assicurarsi che i propri dipendenti o consulenti viaggino senza rischi.

La Travel Security è quindi un ambito di attività di consulenza che consente trasferte estero dipendenti in sicurezza, oltre a prevenire potenziali situazioni di pericolo.

In caso di operai per trasferte estero possono esserci innumerevoli situazioni di pericolo, che vanno coperte con un’indennità trasferta estero, ma anche con l’assicurazione che si siano previsti gli adeguati adempimenti.

A tal fine, una Travel Security Risk Map aiuta a mettere in rilievo i possibili pericoli di una trasferta all estero, come ad esempio:

  • Malattie, che è possibile contrarre in loco.
  • Calamità naturali, come rischi di sismi, eruzioni vulcaniche o rischi idro-geologici.
  • Terrorismo, in quanto ci sono aeree considerate a rischio attentati.
  • Possibilità di guerre, colpi di stato o insurrezioni popolari.
  • Pirateria, in caso di trasferte via mare.
  • Criminalità organizzata e tasso di criminalità elevato in generale.

La private security for international travel deve essere una priorità assoluta per le aziende che hanno lavoro operai trasferte estero e per questo la consulenza di personale qualificato come quello di www.noirexcellencegroup.com può aiutare nella buona riuscita dell’intera operazione.

La travel security è in breve un’attività di investigazione aziendale che supporta il datore di lavoro nel pianificare le trasferte aziendali all’estero.

Travel security: trasferta estero adempimenti

Il servizio di travel security e una chiara travel security policy sono imprescindibili a livello aziendale per garantire la sicurezza dei trasfertisti.

A livello legale, infatti, l’obbligo di tutelare la sicurezza dei dipendenti è in capo al datore di lavoro, ovunque essi stiano operando. In caso di omessa, inadeguata, insufficiente o incompleta valutazione dei rischi, il datore di lavoro commette reato, come previsto dall’articolo 29 del D.Lgs. 81/08 e può essere punito ai sensi dell’articolo 55 comma 1 lettera A.

Va da sé che un’adeguata gestione di travel security permette di evitare sanzioni e penali, oltre a creare una situazione di sicurezza per il viaggio dei dipendenti. Tale attività permette di individuare situazioni potenzialmente a rischio legate al Paese di destinazione e di predisporre le misure necessarie per garantire comunque la sicurezza del dipendente.

Di concerto con il datore di lavoro, il medico competente e il servizio di prevenzione rischi è stilata una scheda di valutazione del rischio, che è poi inviata al dipendente trasfertista.

Per essere sempre informati e poter trovare international travel security tips prima della partenza, il datore di lavoro può servirsi di siti istituzionali e sempre aggiornati. Come il sito della Farnesina e l’australian government travel secure website e travel security uk, o di siti professionali specializzati come travel security garda o garda travel security.

Il datore di lavoro può anche decidere di formarsi in modo autonomo grazie a corsi online chiamati travel security elearning, per garantire la business travel security dei propri dipendenti trasfertisti.

È, infatti, onere del datore di lavoro garantire secure travel and tours ai propri dipendenti in tutti i momenti.

Secure travel: consigli pratici

Tutte le aziende con personale all’estero o in viaggio devono impegnarsi nella salvaguardia del capitale umano in termini di secure travel e assolvere all’obbligo normativo previsto dal D.lgs. 81/08 (Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro).

Il datore di lavoro si impegna a formare ed informare il personale sui rischi a cui va (o potrebbe andare) incontro in trasferta.

Una buona pratica è quella di fornire ai propri dipendenti dispositivi sicuri per trasportare le proprie cose, come un secure travel fanny pack, una secure travel purse, un travel security waist pouch o security travel bags.

Per chi ha un budget significativo da dedicare, è possibile, inoltre affidarsi a piattaforme apposite di travel security come sicuritalia travel security system, per monitorare in qualunque momento i dipendenti in viaggio.

Travel security services

Per garantire la travel security e air travel security a tutti i dipendenti è fondamentale avere le competenze adeguate in-house oppure affidarsi ad esperti quali Noir Security.

L’ambito del travel security management è molto vasto ed esistono diverse figure professionali di cui avvalersi o da formare.

I travel security jobs principali sono le figure del travel security analyst jobs e del travel security manager jobs. Il primo ruolo si specializza nell’analisi della situazione e nella stesura del briefing adeguato, mentre il secondo ruolo serve a gestire i rischi potenzialmente identificati.

A seconda della grandezza dell’azienda, del numero di persone in trasferta e del budget da allocare è più semplice decidere se cercare personale interno oppure avvalersi di validi servizi in outsourcing. In entrambi i casi, ciò che conta è la sicurezza del dipendente in ogni momento.

Articoli correlati: