arredamento

Innanzitutto, è giusto chiarire cosa si intende con il termine bilocale. Un bilocale è un appartamento composto da due locali o due stanze abitabili. Certo, parliamo veramente di uno spazio molto piccolo, proprio per questo è importante avere le idee chiare quando si decide di arredarlo. Ma, uno spazio piccolo, non equivale a un problema, la cosa che conta è arredarlo con intelligenza. Quindi, ecco voi alcune idee dedicate all’arredamento bilocali per capire come organizzare gli spazi senza dover rinunciare al design e seguendo la moda.

Arredamento bilocali

Solitamente, quando si parla di un appartamenti bilocale, ci si muove intorno ai 60 mq. Per forza di cose, essendo due le zone abitabili della casa, una sarà dedicata alla zona notte e l’altra alla zona giorno. Ovviamente, l’appartamento sarà dotato anche dei servizi igienici. Essendo, comunque, uno spazio limitato, la cosa importante da fare è sfruttarlo in maniera intelligente, seguendo, cioè, oltre ai propri gusti anche le proprie esigenze. La cosa principale è quella di creare un ambiente che sia comodo e funzionale per le persone che ci vivono, solitamente una coppia o un single. Vediamo alcune idee utili.

Luminosità

Essendo uno spazio molto piccolo, il consiglio è quello di pitturare le pareti di bianco. Un colore che dona luminosità e garantisce una sensazione di ampiezza e apertura che andrà, sicuramente, ad amplificare la percezione dello spazi. Evitare, dunque, colori troppo accesi che rischiano di fare sembrare l’ambiente ancora più ristretto. Inoltre, per aumentare l’effetto luminosità e garantire l’ingresso della luce naturale, il consiglio è quello di ampliare (se possibile) le finestre e utilizzare tende molto leggere che non blocchino la luce che proviene dall’esterno. Nel caso in cui non fosse possibile sfruttare la luce naturale, potete puntare su una giusta illuminazione artificiale, inserendo dei punti luce nei posti strategici.

Lavorare in altezza

Se la metratura dell’appartamento non vi soddisfa, iniziate dallo sfruttare l’altezza. Studiate, insieme a una figura esperta, alcune soluzioni alternative da sviluppare in verticale. Da una scaffalatura che può aiutare a mantenere ordine con i complementi di arredo e oggettistica presente in casa, alla possibilità di realizzare mensole o strutture al di sopra delle porte, così da sfruttare una parte della casa che solitamente non viene considerata.

Cucina a scomparsa

Essendoci solamente due zone abitabili, di cui una destinata alla zona notte, va da se che la cucina dovrà essere inserita nella stanza adibita alla zona giorno. Sicuramente la cucina dovrà essere realizzata su misura, inserendo lo stretto necessario. Per chi ama una cucina a vista, la scelta di un design curato e in linea con il resto dell’arredamento ne farà un valore aggiunto, al contrario, per chi non ama vedere il piano cottura esistono anche delle soluzioni di cucina a scomparsa. 

Zona notte

Nella zona notte, non può mancare, oltre al letto, anche un armadio o guardaroba per riporre i propri abiti e accessori. Dunque, alcune soluzioni utili per ottimizzare gli spazi senza rinunciare alla comodità possono trovare riscontro nella possibilità di realizzare una cabina armadio direttamente dietro il letto, oppure creare una serie di scaffalature “a ponte”, giocando dunque sull’altezza delle pareti e da far passare sopra e lateralmente al letto.

Articoli correlati: