Oggi in commercio sono disponibili tanti differenti modelli di trattorino per giardino. Si tratta di un attrezzo molto utile soprattutto per chi ha un tappeto erboso di una certa dimensione. Stiamo parlando però di prati non necessariamente enormi, ma anche di appezzamenti più piccoli di quanto si possa pensare. Anche perché avere a disposizione un buon trattorino consente di tagliare regolarmente l’erba con molta meno fatica e tempo rispetto a quanto avviene con una normale tagliaerba tradizionale.

Il trattorino più adatto per il giardino

La scelta di un trattorino va fatta considerando prima di tutto l’ampiezza del tappeto erboso che si deve sfalciare regolarmente; è però importante anche considerare le opzioni disponibili. Ci sono trattorini adatti ad effettuare il mulching, modelli super compatti adatti in prati di dimensioni contenute, trattorini con scarico laterale o posteriore. I modelli professionali di trattorino per giardino Efco sono particolarmente potenti e consentono di tagliare anche l’erba molto alta, le sterpaglie e i piccoli arbusti tutto in un’unica passata. Si tratta chiaramente di una questione del tutto soggettiva, partendo dalla considerazione che i modelli più piccoli e maneggevoli di trattorini sono comunque adatti a tagliare prati con dimensioni superiori ai 3.000 metri quadrati. Per chi si appresta ad acquistare un trattorino per giardino è evidente che è importante anche considerare il costo di questi attrezzi, visto che si tratta di una somma non indifferente.

Le differenze rispetto a una comune tagliaerba

Quando si deve gestire un prato molto grande il trattorino da giardino risulta maggiormente funzionale rispetto al tagliaerba tradizionale. Perché rende molto più leggero il lavoro necessario a prendersi cura del prato, che deve essere svolto con una certa regolarità. Non solo, anche il trattorino più piccolo e leggero ha comunque una potenza adeguata ad eseguire lo sfalcio di erba molto alta, mentre con un tagliaerba classico, a spinta, può risultare complicato praticare il taglio dell’erba quando è eccessivamente alta. In sostanza il trattorino permette anche di diradare leggermente gli sfalci, senza che questo comporti un eccessivo lavoro aggiuntivo. Oggi si possono trovare in commercio dei trattorini da giardino compatti e molto maneggevoli, che si possono far circolare in giardini di dimensioni non eccessive. Questi modelli sono facili da guidare e consentono di girare anche sui pendii o in zone ristrette, cosa non possibile con i trattorini di dimensioni molto grandi. La caratteristica vincente del trattorino è poi la comodità: si taglia l’erba restando seduti su di esso, senza dover entrare nel prato o dover camminare per lunghi tragitti, cosa non infrequente per chi deve tagliare grandi tappeti erbosi. È quindi la soluzione migliore sia per il giardiniere professionista, sia per chi possiede un bel giardino di dimensioni medie o grandi.

Opzioni aggiuntive

Ci sono poi varie opzioni aggiuntive che rendono il trattorino ancora più utile. Si possono trovare in commercio trattorini completamente reclinabili in verticale; questa azione permette di pulire facilmente la lama e il piatto di taglio, ma anche di conservare al riparo l’attrezzo in poco spazio, senza che occupi l’intero garage o la casetta da giardino da sfruttare anche per altri attrezzi. Sono poi numerosi i trattorini che permettono di effettuare il mulching o di raccogliere tutta l’erba sfalciata con appositi cestoni. In questo modo tagliare il prato è solo un piacere, che non causa eccessiva fatica, un compito divertente e leggero.

Articoli correlati: