canti liturgici

La scelta delle musiche e dei canti rappresenta un momento importante per i due futuri sposi: ci sono delle regole ben precise da seguire, quindi non bisogna trattare questo argomento con troppa superficialità. Quando si scelgono i brani ed i canti liturgici per un matrimonio bisogna considerare il fatto che durante la funzione religiosa non possono essere eseguite musiche non sacre: i brani che non rientrano in questa categoria possono essere inseriti in altri momenti della celebrazione ed in ogni caso devono essere approvati dal prete. Vediamo quali sono i migliori canti liturgici per un matrimonio in chiesa.

La scelta dei brani e dei canti liturgici per un matrimonio in chiesa

La marcia nuziale è un grande classico dei matrimoni e difficilmente gli sposi scelgono di farne a meno; le più gettonate sono quella di Mendelssohn e quella di Wagner: si può scegliere di suonarne una al momento dell’ingresso in chiesa (solitamente quando arriva la sposa) e una al termine della funzione, al momento dell’uscita. Le marce possono essere sostituite anche da inni o altre musiche che comunque riprendano le stesse caratteristiche in termini di solennità e maestosità. Le scelte forse un po’ più complicate riguardano i brani da eseguire durante lo svolgimento delle varie fasi della cerimonia. Dopo l’ingresso, la prima scelta riguarda i canti del Gloria; si tratta di un brano festoso: le scelte più gettonate sono il Gloria nell’alto dei cieli di Daniele Ricci ed il Gloria a Dio di Luigi Mariano.

La seconda scelta riguarda il Salmo: solitamente viene letto, ma ci sono coppie che tra le due letture preferiscono inserire un brano morbido ma di forte connotazione liturgica; l’opzione più comune è Su ali d’aquila. Bisogna poi decidere i canti liturgici da eseguire durante il matrimonio prima del Vangelo: sono i canti di Alleluia e si distinguono per la loro vivacità. Ci sono varie opzioni a disposizione: per fare qualche esempio si possono citare Alleluia, tu sei la luce del mondo, Alleluia, Dio ha visitato e Alluluia, lodate il signore. Si arriva a momento clou della giornata: il sì degli sposi e lo scambio degli anelli. Di solito questa fase viene accompagnata da un sottofondo musicale delicato, poco invadente ma di atmosfera.

Canti e inni per i vari momenti della funzione

Altri momenti “fissi” della funzione vengono accompagnati dalla musica o dall’esecuzione di canti e inni. Per il Santo di solito si va con la classica versione di Bonfitto, perfetto per sottolineare l’intensità e la spiritualità del momento. C’è un po’ più di libertà nella scelta dei brani per il momento della pace: si tratta di un canto festoso in grado di accompagnare questo momento di condivisione con tutti gli invitati; gli sposi ed il parroco possono scegliere tra le varie versioni de L’agnello di Dio. Arriva poi il momento dell’Eucarestia: anche qui le opzioni non mancano, ma meglio optare per canti e brani in linea con il momento di meditazione; i canti più apprezzati per questo momento sono Isaia 62, Benedici o Signore, Pane di vita, E sei rimasto qui. Infine, per il momento delle firme, anche se non si tratta di canti liturgici, si può optare per l’Ave Maria di Schubert o quello di Gounod.

Articoli correlati: