A livello professionale, la tracciabilità e il monitoraggio di prodotti e servizi si rivela indispensabile in un ampio numero di ambienti.

Si tratta di operazioni da svolgere senza margini d’errore, affinché non vada compromessa la gestione delle risorse di imprese e industrie, e affidandosi a strumenti che permettano di rendere il processo il più possibile snello, efficace e automatizzato.

Un aiuto, a questo proposito, arriva dalle soluzioni di identificazione automatica e, in particolare, dalla tecnologia RFID, che negli ultimi anni si sta diffondendo sempre di più nella logistica così come nell’industria e nel retail.

Il merito è legato al fatto che le migliori realtà del settore, come per esempio InfinityID, sono in grado di realizzare soluzioni tecnologiche 4.0 personalizzabili, così da tenere conto delle specifiche necessità del contesto lavorativo di ogni cliente e semplificarne l’attività.

I vantaggi della tecnologia RFID

Nel dettaglio, la tecnologia RFID (Radio Frequency Identification Device) è costituita da un insieme di dispositivi e di software che consentono di raccogliere e gestire dati e informazioni, e di svolgere la funzione di identificazione digitale di qualsiasi prodotto.

Il sistema permette, inoltre, di ottenere informazioni anche a distanza, in quanto viene realizzata una rete di rilevamento che si estende lungo tutta la filiera. Le procedure RFID garantiscono, quindi, la connessione tra un magazzino fisico e la dimensione digitale costituita dai sistemi hardware e software di rilevamento dei dati.

I migliori sistemi di identificazione digitale, come quelli proposti da InfinityID, offrono alle aziende e alle industrie la possibilità di tracciare ogni prodotto, indipendentemente dalla quantità, per avere in qualsiasi momento un’idea ben precisa della situazione, sia in fase di produzione che di distribuzione.

Questo metodo permette di trattare quantità considerevoli di prodotti in tempi brevissimi: significa essenzialmente essere in grado di ottenere l’inventario di un intero magazzino in pochi secondi.

Dall’industria alla logistica: come sfruttare al meglio la tecnologia RFID

Naturalmente, la logistica è uno degli ambiti in cui la tecnologia RFID si sta diffondendo maggiormente, incontrando grande successo.

Le ragioni del fenomeno sono legate al fatto che questa risorsa, in particolare nelle declinazioni più innovative del mercato, consente di tenere sempre sotto controllo la quantità e la tipologia di merce presente in magazzino: un aspetto che consente anche di ottimizzare le operazioni legate allo stoccaggio, così come al carico e allo scarico di colli.

In ambito industriale, inoltre, l’adozione di innovativi sistemi basati sulla tecnologia RFID permette di intraprendere un importante processo di digitalizzazione, rendendo qualsiasi realtà in grado di rispondere in modo innovativo alle necessità del mercato, così da aumentarne la competitività.

Da non dimenticare anche il contributo che la tecnologia RFID offre nel campo della vendita al dettaglio. Innanzitutto, è bene sottolineare come le migliori soluzioni presenti sul mercato siano in grado di offrire etichette in cui è possibile integrare i sistemi antitaccheggio, così da offrire al tempo stesso monitoraggio e tutela dei prodotti. Inoltre, tenere sotto controllo gli articoli proposti nel proprio store può essere utile anche per pianificare nuove strategie promozionali, proprio a partire dai dati che è possibile ricavare grazie alle soluzioni RFID, che permettono di dedurre le preferenze della clientela.

Nello specifico, tutte queste operazioni vengono rese possibili dal fatto che il metodo identificazione si avvale delle radio frequenze mediante due dispositivi: l’RFID tag e l’RFID reader.

Il tag contiene un chip dove si trovano i dati dell’oggetto di riferimento, che emette onde radio. Questi due elementi basilari permettono di trasmettere i dati tra gli oggetti dotati di RFID tag e i lettori, praticamente in tempo reale, con la garanzia della massima sicurezza.

Regolando la frequenza e l’intensità di tali emissioni è possibile effettuare la lettura con il reader RFID a varie distanze. Il dispositivo di lettura è inoltre in grado di trasmettere i dati e di archiviarli in uno spazio cloud, così che possano essere sempre accessibili da qualsiasi postazione.

Articoli correlati: