Katia Ricciarelli

Katia Ricciarelli è una delle voci soprane più belle di sempre. Nata a Bassanello, il 18 gennaio del 1946, Katia non ha avuto un’infanzia molto serena. Non ha mai conosciuto l’identità di suo padre, così è sua madre con molti sacrifici, a occuparsi di lei e delle altre due sorelle, di cui Katia è la minore. Un’infanzia vissuta nella semplicità, che ha segnato profondamente la cantante. Nonostante il successo, infatti, resta una persona umile, legata a principi e valori sani.

Vita e carriera di Katia Ricciarelli

Katia Ricciarelli è cresciuta in una famiglia modesta, tra mille difficoltà e sacrifici. Durante la sua vita prova diverse mansioni e per molto tempo lavora in una fabbrica di registratori. La musica classica è però la sua passione e a 18 anni decide di iscriversi al Conservatorio. Durante questo periodo, è notata da un frate benedettino che le fa una proposta di lavoro. Katia è inizialmente felice per l’offerta, ma poi si rende conto delle cattive intenzioni del frate e abbandona l’idea. Prima di questa esperienza pensa anche di farsi suora, decisione che sua madre non condivide assolutamente.

L’esperienza negativa spinge Katia ad allontanarsi da questo desiderio e anzi, la fa cadere in un difficile turbine di emozioni negative, che la conducono addirittura a pensare al suicidio.
Per fortuna, il malessere passa e nel 1969 debutta a Mantova nell’opera Boheme di Giacomo Puccini. Il successo arriva nel 1972 quando vince il concorso indetto dalla Rai, intitolato “Voci Verdine”. Inizia così ad esibirsi nei teatri mondiali e nel 1998 diventa la direttrice artistica del teatro Politeama di Lecce.

Oltre che soprana, Katia si dimostra anche un’abile attrice, al punto che nel 2005 partecipa al film di Pupi Avati “La seconda notte di nozze” e vince il premio come migliore attrice. Un successo di cui, la Ricciarelli sembra essere molto fiera.

Katia Ricciarelli: gli amori e la vita privata

Katia Ricciarelli è nota alle cronache rosa per le sue relazioni d’amore. Per ben 13 anni è stata legata a Josè Carreras, un noto tenore di fama mondiale. Dopo la fine di questa sofferta storia, Katia incontra colui che diventerà suo marito, il noto conduttore televisivo Pippo Baudo, con il quale resterà legata per ben 18 anni, prima di giungere al divorzio nel 2007. Una delusione questa, che ha gettato per molto tempo la Ricciarelli nello sconforto, al punto da farle decidere di abbandonare la sua casa e partecipare al programma televisivo “La Fattoria”. Katia ha, infatti, sofferto molto per la fine del matrimonio e soprattutto, per il fatto che per molto tempo, i due non hanno avuto alcun tipo di contatto. Un momento difficile, da cui Katia sembra però essere uscita. I due hanno ormai ripreso la comunicazione e sono diventati buoni amici.

Katia Ricciarelli è una donna dalla vita complessa, uno spirito passionale che conduce con grinta la sua vita. Katia ha dimostrato di essere una professionista che ama molto il suo lavoro e che ha vissuto con intensa partecipazione tutti gli amori della sua vita, al punto da essere segnata profondamente per la fine di ognuno di essi.

Articoli correlati: