Lo sfigmomanometro o misuratore di pressione è uno strumento che si utilizza per misurare la pressione arteriosa. Questo strumento risale alla fine dell’Ottocento. L’unità di misura impiegata è il millimetro di mercurio (mmHg) ed è consigliabile averlo in casa, anche se non si hanno, in famiglia, persone con determinati problemi. Se, poi, si tende alle patologie dell’apparato circolatorio, il misuratore di pressione è un alleato prezioso (malattie come l’ipertensione sono piuttosto comuni in Occidente).

Il funzionamento dello sfigmomanometro

Il misuratore di pressione è davvero un’apparecchiatura utile, importante per la salute, sarebbe sempre bene procurarsene uno. Per altro, è piuttosto pratico da acquistare, ci si può rivolgere al mercato online così che l’articolo arrivi comodamente a casa, con la possibilità di sceglierlo con tranquillità, dovunque ci si trovi e in ogni momento. Si tenga presente, poi, che si possono consultare online guide approfondite che spiegano come funziona il misuratore di pressione, che danno un’ampia panoramica sui modelli che ci sono in commercio e sui prodotti migliori in circolazione.

Lo sfigmomanometro misura la pressione arteriosa minima, quella diastolica, e la pressione massima (sistolica). Il funzionamento varia in base al modello. Nel caso degli apparecchi manuali, si avvolge il braccio, all’altezza del cuore, con un manicotto unito a un mantice. Tra il manicotto e il braccio vi sarà uno stetoscopio, che serve all’auscultazione dell’arteria brachiale. Il manicotto viene gonfiato, andando a esercitare sull’arteria brachiale una pressione superiore alla massima arteriosa, ovvero, superiore ai 120 mmHg circa.

Abbassando la pressione sull’arteria mediante una valvola, è possibile determinare la pressione sistolica (si sente uno schiocco nello stetoscopio, che poi prende il ritmo del battito cardiaco) e quella diastolica (segnalata dalla cessazione del rumore). Se si utilizza un misuratore elettronico, l’operazione avverrà automaticamente in base a dei calcoli legati a misurazioni oscillometriche, senza l’intervento diretto dell’uomo.

I prezzi del misuratore di pressione

I costi di tali apparecchi sono variabili, questo perché bisogna calcolare, innanzitutto, il tipo di misuratore, e poi se ci sono funzioni aggiuntive, che chiaramente fanno lievitare il prezzo finale. Per avere un’idea, si tenga presente che questi strumenti possono venire a costare dai 20 ai 100 euro.

Come in molti altri casi, l’acquisto più conveniente non è necessariamente determinato dal prezzo più basso di per sé. Sono le proprie specifiche esigenze che vanno prese in considerazione, anche perché, più funzioni ci sono, più il misuratore sarà facile da usare. Sfigmomanometri che costano di più sono anche in grado di dare, di contro, più informazioni.

I modelli di sfigmomanometro

La prima distinzione che si può fare tra tipologie di misuratori di pressione è quella tra modelli manuali e modelli elettronici. Lo sfigmomanometro manuale, che bisogna comunque saper usare, è ancora diffuso ed è, tra l’altro, più preciso. Il misuratore elettronico viene spesso preferito, poiché pratico e facile da usare. Gli apparecchi elettronici misurano la pressione sistolica, quella diastolica e il battito cardiaco e presentano funzioni interessanti, assenti nelle versioni analogiche. Tra queste particolari funzioni, si possono citare la registrazione delle pulsazioni e la memorizzazione delle misurazioni. Si trovano modelli elettronici anche da dito.

Si possono distinguere, poi, misuratori da braccio e da polso, a seconda di dove andrà posizionato il manicotto. Poiché l’apparecchio deve stare all’altezza del cuore e il braccio deve restare fermo, la misurazione potrebbe essere non agevole con un modello da polso. È vero pure, però, che il modello da braccio potrebbe risultare scomodo, o stringere troppo se si ha un braccio grande. Di nuovo, bisogna valutare le proprie esigenze per operare una scelta. In ultimo, si possono ricordare i misuratori di pressione pediatrici, prodotti, però, da non molte aziende. In questi strumenti, il bracciale sarà, naturalmente, più piccolo.

Articoli correlati: