Persepoli

Visitare Persepoli significa entrare in una realtà arcaica, ricca di testimonianze architettoniche degne d’interesse. Siamo nel cuore dell’Iran meridionale, in un sito archeologico che vanta più di 2.500 anni di storia.

Il fascino di questa città sembra è espresso dai suoi resti, gelosamente custoditi tra le sue mura: è qui, che si narrano le vicende dell’antica città risalente al 520 a. C. Un passato emerso di recente, con gli scavi che a metà Novecento la riportarono alla luce.

Visitare Persepoli: viaggio tra le rovine più famose dell’Iran

L’Iran è una terra ricca di fascino, con monumenti e punti di attrazione di inestimabile valore. Persepoli è, senza ombra di dubbio, uno di questi. La città, capitale della Persia, sarebbe stata fondata dal re Dario I. A prescindere dalla sua origine, la città merita di essere visitata, grazie alle sue maestose scale, le mura e i palazzi, che la rendono oggi, una delle maggiori attrazioni dell’Iran.

Non occorre essere appassionati di storia per restare incantati dalla bellezza dei reperti archeologici ammirabili in questo luogo. Quelle pietre sembrano catapultare con orgoglio il visitatore nel passato, in un viaggio alla scoperta di una città antica, che per merito delle sue rovine sembra vivere ancora. La capitale della Persia è una città che resiste al tempo, che vuole narrare le vicende che l’hanno vista protagonista.

Cosa ammirare a Persepoli, nell’antica capitale persiana

Le rovine testimoniano la grandezza di Persepoli, una città ben custodita, circondata da cinte di mura, una delle quali alta 30 metri, che oltre a proteggere la popolazione, custodivano le meraviglie di questa antica città. Alcune di esse possono essere ammirate, per nostra fortuna, ancora oggi. I reperti archeologici più importanti da vedere a Persepoli sono:

• La Porta delle Nazioni: costruita da Serse I, è uno dei monumenti più belli della capitale persiana, da cui si aveva accesso alla città. La porta riporta un’incisione, che esalta la figura del dio Ahura Mazda, a cui sono dedicati tutti gli edifici della città. Su di essa sono riportati un corpo taurino e un volto umano con la barba, che guardano rispettivamente a est e a ovest, come per proteggere la città

Palazzo dell’Apedana: situato su una collina, sembra guardare dall’alto la città di Persepoli. L’edificio è stato sede degli incontri politici più importanti. La magnificenza del palazzo è espressa in ogni suo particolare, tra cui i bassorilievi e le immense scalinate che ne consentono l’accesso

• Il Palazzo di Dario: era la dimora del re, un edificio ricco di particolari interessanti. Porte e finestre sono arricchiti da bassorilievi e i numerosi dipinti, che narrano le grandi imprese del re. La pianta dell’edificio è a forma rettangolare e sono visibili bellissime colonne

Persepoli è una città antica, popolata per ben due secoli. Il suo splendore è però ancora vivo ed è tramandato dalle famose rovine, che rappresentano uno dei maggiori siti archeologici iraniani. Visitare Persepoli significa immergersi nella storia di questa città e in quella dei suoi abitanti. Un viaggio nel passato, alla riscoperta di una civiltà che grazie a quelle mura sembra essere non troppo remota.

Articoli correlati: