I tre porcellini

I tre porcellini è una delle favole più conosciute di tutti i tempi. La storia di questi tre simpatici fratelli ha coinvolto, infatti, diverse generazioni in epoche diverse. La fiaba dei tre porcellini è stata pubblicata in Inghilterra nel 1843, dopo che per anni era stata trasmessa solo oralmente, per poi essere riprodotta in versione animata nel  1933, mediante un progetto diretto da Burt Gillett.

Il grande successo di pubblico ne ha determinato la vittoria al Premio Oscar nel 1934 e nel 1937, trasformandolo in uno dei capolavori della Walt Disney. La favola dei tre porcellini è davvero popolare. La semplicità della  storia narrata, riesce comunque a fornire un messaggio importante, con un elevato spessore morale: solo ciò che è costruito su basi solide e con sacrificio può resistere alle difficoltà. Il cartone animato è ancora oggi tra i cortometraggi di animazione più famosi tra le nuove generazioni. Infatti, quello dei tre porcellini è un cartone senza tempo, che chiunque farebbe vedere ai propri bambini.

Personaggi e trama dei tre porcellini: una favola semplice, dal grande significato

I tre porcellini rientra tra i cartoni animati più amati dai bambini di diverse generazioni. I personaggi presenti nel cartone animato sono:

Timmy, il maialino che suona il violino
Tommy, il fratello che suona il flauto
Jimmi, che non suona alcun strumento, ma è il più responsabile di tutti
• Il lupo Ezechiele: nemico dei tre porcellini
Lupetto: figlio di Ezechiele, nonché amico dei tre maialini

Il cartone dei tre porcellini è una riproduzione fedele della favola originale. La trama ruota intorno alla vita di tre fratellini: dei porcellini che mirano ciascuno alla propria indipendenza, dopo che la madre decide di mandarli via di casa per responsabilizzarli. Ciascun maialino pensa di costruire una propria abitazione per assicurarsi un tetto sulla testa.

Il primo dei fratelli è poco incline alla fatica, per questa ragione crea una casa di paglia, per terminare il lavoro in modo rapido. Il secondo fratello è molto pigro, dunque realizza la propria casa con il legno. Il terzo, ossia il maggiore, dotato di buonsenso decide di costruire un’abitazione utilizzando mattoni e cemento. Schernito più volte dagli stessi fratelli, che lo accusano di essere lento e di aver tempo da perdere, non si lascia scoraggiare e porta a termine il suo progetto.

Mentre i tre porcellini credono di essere al sicuro, un lupo affamato si avvicina. Ciascun maialino spaventato cerca riparo nelle proprie case. Con un soffio il lupo fa crollare le case di paglia e di legno e nel cartone i due maialini che le abitano riescono a salvarsi, rinchiudendosi nella solida casa di mattoni dell’altro fratello. Il lupo prova a entrare in casa dalla canna fumaria ma cade in una pentola bollente e scappa.

I tre porcellini rappresenta uno dei cartoni animati più conosciuti al mondo. Inoltre, la storia narrata non è per nulla banale. Come tutte le favole, infatti, anche quella dei tre porcellini riesce a trasmettere un messaggio importante, che bisogna saper cogliere. Tuttavia, il significato profondo di ogni favola, può essere compreso pienamente solo in età adulta.

Articoli correlati: