Il mercato immobiliare è tenuto sempre sotto attento monitoraggio. Le implicazioni derivanti dai valori e dalle valutazioni degli immobili possono infatti influire su diversi ambiti. Uno dei casi più interessanti in questo senso è dato dalla zona di Varese che, soprattutto nell’ultimo periodo, presenta alcune quotazioni particolarmente allettanti. Conoscere la situazione a grandi linee e i principali parametri della valutazione permette così di compiere scelte consapevoli.

L’aumento o la discesa dei prezzi delle abitazioni può influenzare le scelte e la vita delle persone. Sia che si tratti di un investimento sia che riguardi un acquisto o una vendita personale, infatti, la valutazione della struttura può aprire scenari anche molto diversi fra loro.

Conoscere le quotazioni di riferimento in una certa area e i parametri utilizzati per la loro definizione mette al riparo da brutte sorprese.

Una delle regioni in cui il mercato immobiliare risulta essere più dinamico negli ultimi tempi è la Lombardia, dove il trend è positivo in molte realtà, dalle grandi città come Milano alle province ugualmente vivaci come Varese, Como e Brescia. In particolare, i prezzi delle case a Varese al momento sono tra i più vantaggiosi per le operazioni di compravendita dell’intera regione.

La situazione a Varese e dintorni: i prezzi per metro quadro

A Varese, così come in ogni altra città, ogni area presenta caratteristiche molto diverse anche rispetto ad altre zone molto vicine, per questo i prezzi possono variare anche tra due zone della stessa città.

Nello specifico può essere utile sapere che nella città di Varese, a  Sant’Ambrogio, Masnago, Velate e Fogliaro per le unità abitative nuove o ristrutturate la quotazione oscilla tra un minimo di 1.900 euro e un massimo di 2.900 euro al metro quadro.

Se invece si tratta di una casa abitabile in buono stato, ma non nuova, allora la quotazione oscilla tra gli 800 e i 1.300 euro al metro quadro. Si arriva infine al caso dell’abitazione da ristrutturare per cui la quotazione immobiliare può variare tra i 600 e i 750 euro al metro quadro.

Cambiare zona di riferimento permette di comprendere meglio lo scenario generale. Ecco allora che – se si passa ad analizzare le altre zone di Varese, ossia Bizzozero e Bustecche – la prima soglia che attira l’attenzione è quella delle nuove unità abitative che è compresa tra i 1.600 e i 2.200 euro al metro quadro. Le abitazioni in buono stato variano invece fra i 600 e i 1.000 euro al metro quadro. Le abitazioni da ristrutturare al contrario presentano valori che variano dai 450 ai 550 euro al metro quadro.

È bene sottolineare come i valori presentati facciano riferimento all’anno 2019 e nello specifico alla “Rilevazione dei prezzi degli immobili in provincia di Varese”. Il documento è stato approvato infatti il 29 agosto 2019 dalla commissione dedicata. La relazione costituisce il riferimento più aggiornato a cui guardare per ottenere delle stime precise e applicabili oggi.

Valutazione immobili: i parametri da conoscere

I casi sopra citati permettono di comprendere quale scenario aspettarsi se si sceglie di acquistare e/o vendere un immobile nella provincia di Varese. Da questi range è possibile dunque ricavare dati importanti.

Per completare però il quadro di riferimento può inoltre essere consigliabile conoscere più nel dettaglio come sono state ricavate queste cifre connesse al minimo e al massimo richiedibile.

Nella pratica, quando si effettua una valutazione di un immobile sono numerosi gli aspetti che i tecnici devono prendere in considerazione. Tra i primi elementi che influenzano il calcolo si annovera di certo la superficie ottenibile guardando alle aree coperte, alla presenza o meno di zone esterne ad uso esclusivo, a una serie di quote percentuali connesse alle pertinenze. Per quanto riguarda le aree esterne, gli esempi classici sono rappresentati dai balconigiardini, e terrazzi.

Per concludere, esistono infine altri due principali parametri che possono influenzare l’operazione di valutazione. A tal proposito è infatti essenziale conoscere la quotazione al metro quadro della struttura e il relativo coefficiente di merito.

Articoli correlati: