push press

I push press sono tra gli esercizi principali di un allenamento funzionale e coinvolgono soprattutto i muscoli delle spalle. Gli esercizi possono, infatti, essere praticati tramite l’ausilio di un bilanciere, che deve essere sollevato mentre si effettuano dei piegamenti sulle gambe. I push press possono essere eseguiti in diverse varianti: in tutti i casi, è necessario che l’esecuzione avvenga in modo corretto, onde evitare di danneggiare i muscoli e le articolazioni.

Eseguire i push press in modo errato, infatti, può contribuire a determinare delle microlesioni, causate da un modo sbagliato di gestire il carico non solo sulle spalle ma anche sulle gambe. I push press sono ottimi esercizi, eseguiti soprattutto per migliorare la resistenza fisica, non solo nella parte superiore del corpo (la schiena), ma anche in quella inferiore (le gambe). L’esecuzione dell’esercizio prevede un preciso posizionamento delle mani sul bilanciere e il corretto piegamento delle gambe.

Push press: come si eseguono gli esercizi

I push press sono esercizi fondamentali: oltre a migliorare la forza fisica, sviluppano una buona resistenza e aiutano la coordinazione. I push press offrono un buon allenamento non solo per le spalle, poiché riescono a coinvolgere diversi muscoli e aiutano a rafforzare il cuore.

I push press, infatti, permettono un allenamento funzionale, ossia rientrano in quella categoria di esercizi, che possono essere eseguiti senza l’ausilio di particolari macchinari, come quelli presenti nelle palestre: possono essere eseguiti in casa, con l’ausilio di piccoli attrezzi, tra cui, appunto, i manubri. L’allenamento funzionale restituisce risultati sbalorditivi poiché coinvolge diversi gruppi muscolari, fornendo risultati tangibili in poco tempo, se accompagnati da costanza e determinazione.

Schemi di allenamento

Sebbene sia possibile eseguire i push press con l’ausilio di una sbarra, il bilanciere è lo strumento più utilizzato per allenarsi in questo gruppo di esercizi. L’esecuzione dei push press può apparire semplice, tuttavia, se eseguiti in modo errato, questi esercizi possono causare dei problemi seri. I push press possono essere eseguiti sia in piedi che seduti, impiegando una comune sedia o una panca. In questo caso, la schiena deve essere ben salda allo schienale, senza sporgere in avanti.

I push press si eseguono alzando il bilanciare, posizionato a terra o sul supporto. Il movimento deve favorire il sollevamento del manubrio sulle spalle, tenendo le braccia ben distese. Il movimento deve essere eseguito con attenzione e lentezza, sia per migliorare l’efficacia dell’esercizio sia per impedire scatti repentini che possono danneggiare le articolazioni. I push press devono, quindi, essere eseguiti con calma e attenzione.

L’aumento del carico da sollevare deve essere disposto in modo graduale, per consentire al corpo sia di abituarsi all’allenamento sia al tipo di esercizio. I push press sono esercizi efficienti, che mirano a coinvolgere diversi gruppi muscolari, tra cui i quadricipiti, i tricipiti, i pettorali alti e i muscoli deltoidi frontali e laterali. Se eseguiti in piedi, i push press devono essere accompagnati da precisi piegamenti sulle gambe, divenendo, quindi, un ottimo allenamento anche per i muscoli dei glutei e quelli delle gambe.

Articoli correlati: