calcolo codice fiscale

Il codice fiscale è un documento fondamentale, che attraverso un codice alfanumerico caratterizzato da 16 caratteri permette di identificare in modo inequivocabile un individuo nei rapporti con la pubblica amministrazione. Il codice fiscale può essere calcolato in modo semplice e intuitivo. Se non sapete come fare per calcolarlo, non vi resta che affidarvi ai diversi siti online che permettono, attraverso l’inserimento dei propri dati, il calcolo rapido del proprio codice fiscale.

Il documento è quindi, univoco ed è attribuito a ciascun individuo dal momento in cui viene al mondo. Nel caso in cui, invece, non si tratti di persone fisiche, bensì di società, fondazioni o altro, la partita IVA ha la funzione di codice fiscale. L’importanza di questo documento è sottolineata dal DPR n° 605 del 1973, con cui è stato istituito il codice fiscale. La tessera, prima cartacea, è stata nel tempo sostituita con una plastificata, contenente una banda magnetica.

Come è effettuato il calcolo del codice fiscale

Il codice fiscale fonda la sua ragione d’essere sull’identificazione univoca di ciascuna persona fisica. Il suo calcolo, infatti, si fonda su dati personali e in modo preciso su:
• Cognome
• Nome
• Data di nascita
• Genere
• Comune di nascita
• Carattere di controllo

Il calcolo del codice fiscale, infatti, prevede l’impiego delle prime tre consonanti del cognome, o dei cognomi nel caso il soggetto ne possedesse di più. In caso di consonanti insufficienti, come ad esempio nel cognome Abate, per nel codice fiscale compariranno anche le vocali, seguendo sempre il loro ordine di apparizione.

Nel caso in cui si tratti di cognomi di due lettere, come ad esempio Fo, si provvede a inserire la lettera X. Per quanto riguarda il nome, invece, si procede in questo modo: per i nomi con più consonanti, come ad esempio Filiberto, sono prese la prima, la terza e la quarta lettera, stesso ragionamento nel caso in cui il soggetto possedesse più di un nome. Se al contrario, il nome contiene meno di tre consonanti, come nel caso del nome Asia, sono prese in considerazione le vocali, che saranno riportate sempre dopo le consonanti.

Per quel che concerne l’anno di nascita, invece, il codice fiscale prende in riferimento le ultime due cifre e identifica il mese di nascita con una precisa lettera. I nati a gennaio troveranno sul proprio codice fiscale la lettera A per fare un esempio. Per ciò che concerne il giorno, sul codice fiscale appaiono le prime due cifre. Se la data è a una cifra è anteposto lo zero. Per distinguere il genere, alle donne è sommata alla cifra il numero 40.

Comune di appartenenza e siti web dove calcolare il codice fiscale

Il Comune di appartenenza è espresso da una lettera e tre numeri, se il soggetto è nato all’infuori del territorio italiano si antepone la lettera Z. Infine, un complesso algoritmo attribuisce a ciascun soggetto un carattere di controllo, caratterizzato da una sola lettera. Per calcolare in modo rapido il proprio codice fiscale è possibile usufruire di diversi siti online, come www.calcolocodicefiscale.net o www.codicefiscale.it, che in pochi secondi calcoleranno il vostro codice fiscale.

Articoli correlati: