Duomo di Orvieto

Il Duomo di Orvieto è uno dei monumenti più belli dell’Umbria. La realizzazione della Cattedrale di Santa Maria Assunta fu richiesta da Papa Niccolò IV, che ne istituì i lavori nel 1290. Lo stile del Duomo di Orvieto è gotico e nel tempo la struttura ha subito diversi interventi. Solo nel 1300, Lorenzo Maitani divenne responsabile dei lavori e realizzò la facciata del Duomo così come appare oggi.

Dopo la sua morte, furono diversi gli artisti e gli architetti che si successero per terminare i lavori della Cattedrale. Oltre alla Cappella del Corporale, nel 1400 iniziarono i lavori per la creazione della Cappella di San Brizio, posizionata al lato destro del Duomo di Orvieto. I lavori della Cattedrale terminarono solo nel 1500, quando Ippolito Scalza costruì gli altri elementi decorativi della facciata principale.

Interno ed esterno del Duomo di Orvieto

La parte esterna del Duomo di Orvieto presenta diversi rilievi: tre triangoli delle cuspidi formano una bellissima cornice intorno al rosone centrale, raffigurante il CristoSant’Ambrogio, Sant’Agostino, San Girolamo e San Gregorio. Altri elementi decorativi, che è possibile ammirare all’esterno della Basilica, sono le statue, i pilastri e i portali che donano spessore ai mosaici che illustrano le scene principali della vita della Vergine, a cui è dedicata la Cattedrale.

Le statue in bronzo della facciata principale sono tra gli elementi più importanti del Duomo e rappresentano i quattro Evangelisti: San Matteo, San Giovanni, San Marco e San Luca. L’interno del Duomo di Orvieto è degno anch’esso di essere annoverato. La pianta della Cattedrale è a croce latina e presenta tre navate. Le diverse colonne predisposte lungo tutta la parte interna del Duomo contribuiscono a donare ulteriore magnificenza alla struttura.

Le vetrate neogotiche permettono alla luce di filtrare, offrendo dei bellissimi giochi di luce. Interna alla struttura principale è posizionata la Cattedrale del Corporale, adibita a conservare proprio il Corporale del Miracolo di Bolsena. Uno degli elementi principali è costituito dal reliquiario anch’esso dallo stile gotico, che illustra diverse scene della vita di Cristo e della storia del Corporale.

Duomo di Orvieto: come raggiungere e quando visitare la bellissima Cattedrale umbra

Il Duomo di Orvieto è un bellissimo monumento che ogni anno conta migliaia di turisti che giungono in loco per ammirarne la bellezza, divenendo a pieno titolo uno dei monumenti umbri più apprezzati. La sua struttura particolarmente ricercata, conferisce a questo monumento un aspetto maestoso. Le visite al Duomo di Orvieto seguono un calendario preciso: nei giorni feriali dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 17.00 e nei giorni festivi dalle 9.00 alle 19.30.

Durante il periodo estivo, gli orari subiscono delle variazioni e la Cattedrale può essere visitata i giorni feriali dalle 9.00 alle 19.30. E’ possibile giungere in modo rapido al Duomo di Orvieto tramite i bus A e CB, che assicurano diverse corse giornaliere. La fermata più vicina è Piazza Duomo, situata a meno di 300 metri dalla Cattedrale.

Il Duomo di Orvieto è una struttura architettonica di elevato spessore. Sebbene nel corso dei secoli abbiano lavorato a questo progetto più di 20 artisti, lo stile unico e armonioso di questa Cattedrale sembra provenire da un’unica mano.

Articoli correlati: