Aeroporto di Pantelleria

Pantelleria è una bellissima isola siciliana, situata nel Mar Mediterraneo e appartenente al Comune di Trapani. L’isola di Pantelleria, la più grande della Sicilia, dispone di un grande aeroporto, da cui partono voli nazionali e internazionali.

L’aeroporto, frequentato soprattutto durante la stagione estiva, è il principale punto d’arrivo per coloro che raggiungono l’isola, nonché l’unico aeroporto presente sul territorio. Aperto al pubblico dal 2012, l’aeroporto di Pantelleria effettua diversi scambi commerciali: si trova nella zona settentrionale dell’isola, è dotato di due piste d’atterraggio ed è dedicato a Italo d’Amico, un aviatore italiano, che nel 1943 perse la vita durante il secondo Conflitto Mondiale, a cui è stata attribuita una medaglia al valore militare.

Come arrivare  all’aeroporto di Pantelleria: costi e informazioni utili

L’aeroporto di Pantelleria, situato nell’omonima isola, è un punto cruciale per gli arrivi e le partenze nel territorio. Nato negli anni Trenta con scopi militari per il controllo del Canale di Sicilia, disponeva di ampie aree realizzate sottoterra. A oggi, l’Aeroporto di Pantelleria è aperto al pubblico e opera in modo efficiente per offrire le migliori condizioni di volo sia agli abitanti dell’isola sia ai turisti che ogni anno arrivano lì soprattutto durante la stagione estiva, per trascorrere le loro vacanze.

Tra le compagnie aeree che operano con voli diretti e indiretti dall’aeroporto di Pantelleria ci sono l’Alitalia e Volotea. La prima assicura i collegamenti con città siciliane come Trapani e Palermo, mentre la seconda collega l’isola siciliana a diverse città italiane, tra cui Bergamo, Milano, Roma e Venezia. L’aeroporto è ben collegato, infatti, a diverse località dell’Italia e offre diversi servizi per i passeggeri, tra cui un ufficio postale.

Il periodo migliore per raggiungere l’aeroporto di Pantelleria da diverse zone d’Italia è di certo l’estate, poiché in questo periodo sono molteplici i collegamenti diretti con le maggiori città italiane, ma chiunque voglia raggiungere l’isola in altri periodi dell’anno, ossia da ottobre a marzo, deve necessariamente fare scalo all’aeroporto di Palermo o a quello di Trapani prima di raggiungere l’isola.

L’aeroporto di Pantelleria è situato in una zona strategica nell’omonima isola. Strutturato su un promontorio, è raggiungibile da tutti i punti tramite i bus che conducono all’aeroporto o il servizio navette organizzato dai diversi hotel della zona. Corse giornaliere, infatti, sono assicurate in diversi orari, al fine di garantire a chiunque la possibilità di recarsi in aeroporto.

L’aeroporto propone durante l’anno diverse offerte low cost, per consentire a tutti di viaggiare senza spendere una fortuna. I voli per Venezia, ad esempio, possono essere prenotati a partire da circa 50 €. Per recarsi a Torino, invece, il prezzo del biglietto può raggiungere circa i 70 €. Entrambi i collegamenti sono gestiti dalla compagnia aerea Volotea, che effettua voli per le maggiori città italiane soprattutto il sabato e la domenica.

Effettuare uno scalo a Trapani o Palermo, per poi raggiungere l’isola di Pantelleria può, invece, rivelarsi molto dispendioso poiché il costo del biglietto può superare i 100 € a persona. Per questo motivo, chiunque voglia raggiungere l’isola di Pantelleria può optare per un volo diretto, di certo più economico.

Articoli correlati: