Cookie

I cookie, ossia “biscotti” sono dei particolari gettoni identificativi, utilizzati per reperire delle informazioni sul lato client. Nello specifico, possiamo descrivere i cookie come piccoli file di testo, le cui dimensioni non superano i 4 Kb, che sono salvati sul PC dell’utente che effettua l’ingresso su un sito web. Utilizzati dal lato server, i cookie sono presenti ormai in ogni sito internet, allo scopo di rilasciare informazioni sul portale visitato, ma anche di “catturare” le informazioni degli utenti.

I cookie registrano, infatti, dati al fine di identificare l’utente e riconoscerlo. Il loro contenuto è criptato, comprensibile solo dal lato server. Una volta accettati i cookie di un sito, alle prossime visite sul portale, il sito riconoscerà l’utente. Non tutti i cookie sono uguali, alcuni possono essere molto pericolosi, poiché rubano informazioni importanti degli utenti, per cui bisogna fare molta attenzione.

La maggior parte di essi, tuttavia, non sono dannosi e servono solo a migliorare la navigazione dell’utente e la comunicazione tra client e server. Tramite i cookie, i siti web registrano le informazioni di navigazione non solo per registrare la visita ma anche per conoscere l’utente, le sue preferenze, al fine di fornirgli informazioni pertinenti alle sue ricerche. Questo è il motivo per cui appaiono pubblicità o notizie relative a cose che avevamo cercato su internet.

Cookie: a cosa servono i gettoni identificati che l’utente accetta quando visita un sito web

I cookie, quindi, possono essere paragonati a dei gettoni identificativi che inseriamo in un sito web effettuando l’accesso. Questi piccoli file di testo contengono alcune informazioni importanti, che è possibile leggere solo se decriptati. In particolare, il file contiene il nome del server da cui proviene, un codice numerico identificativo dell’utente che ha compiuto l’accesso al sito e una data di scadenza.

Oltre a contenere delle informazioni sul portale,  servono anche a definire gli interessi degli utenti per fornire dei contenuti che possono essere apprezzati. I cookie, quindi, sono dei file di testo: non sono tutti uguali ma variano a seconda della loro funzione. I cookie, infatti, possono essere classificati in:

  • Cookie analytics: file di testo che racchiudono tutte le informazioni sulla navigazione dell’utente su un sito web, tra cui la modalità di visita, ossia in quali sezioni del sito è entrato e per quanto tempo. Questi dati sono, infatti, importanti poichè forniscono al proprietario del sito web informazioni interessanti circa la tipologia di utenti e le sezioni del portale da migliorare
  • Cookie di funzionalità: informazioni utili a migliorare la navigazione dell’utente mediante dei criteri selezionati
  • Cookie di navigazione: file necessari poiché consentono alcune operazioni, tra cui gli acquisti su un sito internet o l’accesso ad un’area riservata. Questi cookie possono essere di sessione, ossia possono cancellarsi alla fine della navigazione o al contrario, essere persistenti. In questo, caso le informazioni possono restare sul nostro computer per molto tempo, fino a data di scadenza oppure fin quando non li cancelliamo.

Con un preciso regolamento dell’8  maggio 2014 è stato emesso l’obbligo da parte dei siti web d’informare chiaramente gli utenti della presenza dei cookie e della loro tipologia, esprimendo la necessità che l’utente accetti i cookie in modo consapevole, per tutelare la privacy di coloro che navigano.

Articoli correlati: