La caduta temporanea dei capelli può dipendere da diversi fattori quali stress, stili di vita sregolati, cattiva alimentazione, i cambi di stagione, periodi di grande affaticamento, ma anche cambiamenti fisiologici come la gravidanza, assunzione di farmaci, etc. Le cause possono presentarsi differenti a seconda del sesso del soggetto e delle eventuali patologie connesse. Prevenire la caduta dei capelli è davvero possibile? Andiamo ad approfondire l’argomento all’interno di questo nuovo articolo.

Caduta dei capelli: quando intervenire

La caduta dei capelli è un evento del tutto fisiologico naturale, entro certi limiti. Nella maggior parte dei casi si tratta di un fenomeno del tutto transitorio che non incide sulla capigliatura. Oltre alle cause sopra citate la perdita dei capelli può comprende cause di natura patologica, alopecia, ereditarietà, ma anche anemia, l’utilizzo eccessivo di tinture e prodotti aggressivi, eccessive esposizioni solari.

Durante i cambi di stagione è normale perdere tra i 50 e i 100 capelli al giorno, senza doversi preoccupare o intervenire. Quando invece la perdita dei capelli può essere attribuita ad una delle cause sopra citate si può ricorrere ad alcuni rimedi naturali per cercare di arrestare il disturbo. In presenza di patologie o effetti collaterali dovuti a specifiche terapie farmacologiche, si rende necessario cercare di ridurre al minimo gli effetti collaterali sulla capigliatura grazie al supporto e alle indicazioni del proprio medico curante.

Per prevenire e combattere la caduta temporanea dei capelli non esistono rimedi naturali miracolosi, ma validi supporti che possono essere abbinati allo stile di vita e all’alimentazione regolare. In particolari periodi della vita, dove lo stress psicofisico rischia di minare la salute dei capelli, è possibile intervenire senza la necessità di assumere terapie farmacologiche o rimedi potenzialmente pericolosi per la salute dell’organismo, seguendo alcuni semplici consigli e strategie.

Rimedi e prodotti naturali anti-caduta dei capelli

La caduta temporanea dei capelli non richiede particolari interventi medici specifici, fatta eccezione per i casi patologici. Per prevenire e combattere la perdita dei capelli è possibile assumere uno stile di vita sano evitando alcool, fumo di sigaretta, esposizioni solari nelle ore più calde della giornata, tinture chimiche frequenti e l’utilizzo di phone o piastre ad alta temperatura. A lungo andare, i comportamenti scorretti, possono minare la salute e l’aspetto della capigliatura provocando la perdita temporanea dei capelli, rendendoli maggiormente secchi, sfibrati e inclini allo spezzarsi.

Un altro rimedio del tutto naturale riguarda l’alimentazione. Per rafforzare la salute dei capelli è importante assumere la gusta quantità di vitamine e sali minerali come il ferro, in particolare vitamina H e vitamine del gruppo B, ma anche vitamina E. Tra gli alimenti consigliati si trovano: semi di lino, carote, spinaci, olio extravergine di oliva, olio di mandorle, salvia, prezzemolo, olio di jojoba, zenzero, avocado, aloe vera.

In supporto all’alimentazione, in presenza di carenze nutrizionali, si può ricorrere all’assunzione degli integratori alimentari specifici anti-caduta dei capelli, scegliendo formulazioni naturali prive di eccipienti aggressivi e tossici per la salute dell’organismo. Anche gli impacchi a base di aloe vera e semi di prezzemolo si dimostrano un ottimo metodo per prevenire e arrestare la caduta dei capelli, applicati la sera prima di coricarsi.

Per rinforzare i capelli è possibile preparare un impacco all’henné, mescolato assieme ad un infuso di camomilla. Praticare massaggi circolari sul cuoio capelluto favorisce invece il corretto ripristino della circolazione sanguigna, con effetti benefici anche per quanto riguarda lo stato dei bulbi piliferi. Tra le lozioni naturali si può optare per un preparato al rosmarino, macinato, bollito e successivamente filtrato. In alternativa si può ricorrere ad un impacco a base di olio di cocco, oppure olio di equiseto.

E’ inoltre importante, in caso di stress, cercare di evitare tutte le situazioni affaticanti per la salute psicofisica dedicandosi ad attività rilassanti come la meditazione, yoga o massaggi, riposando almeno 8 ore per notte.

Articoli correlati: