Orietta Berti è una delle cantanti italiane più amate in assoluto, pseudonimo di Orietta Galimberti. Nella sua carriera musicale Orietta Berti è stata soprannominata ‘capinera dell’Emilia’ e ‘l’usignolo di Cavriago’, prendendo parte anche a diverse trasmissioni televisive.

Orietta Berti: la biografia

Orietta Berti, all’anagrafe Orietta Galimberti, nasce a Cavriago, 1 giugno del 1943. Da sempre appassionata di musica Orietta Berti muove i suoi primi passi nel mondo musicale sin dalla tenera età, spronata anche dal padre. A livello scolastico Orietta Berti studia canto lirico e musica, prendendo parte per la prima volta ad un concorso musicale emiliano nel 1961 ‘Voci Nuove Disco d’Oro’, grazie al brano ‘Il cielo in una stanza’ scritto da Gino Paoli.

Nel 1962 Orietta Berti firma il suo primo contratto discografico e pubblica i suoi primi due 45 giri, i quali non vengono però distribuiti. Nel 1964 la cantante firma un altro contratto con la Polydor, arrivando al successo l’anno seguente con il brano ‘Tu sei quello’, vincitore di Un disco per l’estate e Mostra Internazionale di Musica Leggera. Nello stesso anno Orietta Berti vince anche il Festival delle Rose con il singolo ‘Voglio dirti grazie’ e il Festival di Lugano con il brano ‘Ritorna con il sole’.

Orietta Berti registra il suo terzo album nella città di Parigi. Nel 1968 ottiene il secondo posto a ‘Un disco per l’estate’ con l singolo ‘Non illuderti mai’, pubblicando anche il quarto album. Nello stesso anno la Berti partecipa a ‘Canzonissima’ e al Festival di Sanremo. Nel 1969, con il brano ‘Quando l’amore diventa poesia’, la cantante ritorna al Festival di Sanremo ottenendo il terzo posto a Un disco per l’estate. Nel 1970 Orietta Berti pubblica il brano di successo ‘Finché la barca va’, terzo a Un disco per l’estate.

Dopo una serie di altre hit di successo la Berti approda in televisione, sulla rete Rai, dove le viene dedicato il programma ‘La cugina Orietta’. Nel 1972 Orietta Berti pubblica ‘La vedova bianca’, pubblicando altri tre album dal fino al 1974. Nello stesso anno ritorna al Festival di Sanremo e si classifica al terzo posto con il singolo ‘Occhi rossi’. Nel 1976 ritorna nuovamente al Festival di Sanremo con il brano dedicato al figlio ‘Omar’.

Orietta Berti lavora anche per il cinema nel film ‘L’Uccellino della Val Padana’, mentre dagli anni ’70 e ’80 incide diverse canzoni destinate ai bambini, tra cui la sigla di ‘Domenica In’ dal titolo ‘La balena’. Nel 1981 la Berti ritorna a Sanremo con una brano dedicato ai bambini, mentre nel 1983 incide ‘Tagliatelle’, nuova sigla di ‘Domenica In’. L’anno seguente Orietta Berti inizia a prodursi da sola con l’album ‘Le mie nuove canzoni’ e prende parte al programma di canale 5 ‘Premiatissima’.

Nel 1992 Orietta Berti ritorna al Festival di Sanremo con il brano ‘Rumba di Tango’, mentre nel 1993 conduce ‘Non è la RAI’ su Italia 1. Nel 1997 Orietta Berti prende parte al programma tv ‘Anima mia’ con Fabio Fazio e Claudio Baglioni, collaborando anche con il programma ‘Quelli che il calcio’. Nello stesso anno, insieme a Fabio Fazio, conduce ‘Sanremo giovani’. Nel 2001 prende parte alla trasmissione ‘La notte vola’.

Dal 2001-2002 Orietta Berti prende parte al programma di Canale 5 ‘Buona Domenica’. Nel 2008 pubblica il nuovo album ‘Swing – Un omaggio alla mia maniera’, mentre nel 2010 conquista il Premio Speciale Mia Martini. Nel 2015 incide il brano ‘Dietro un grande Amore’, mentre nel 2018 arriva seconda al reality show ‘Celebrity MasterChef ‘.

Discografia di Orietta Berti

1965 – Orietta Berti canta Suor Sorriso
1966 – Quando la prima stella
1967 – Orietta Berti
1968 – Dolcemente
1970 – Tipitipiti
1971 – Orietta
1972 – Più italiane di me
1973 – Cantatele con me
1974 – Così come le canto
1975 – Eppure… ti amo
1976 – Zingari…
1979 – Barbapapà
1979 – Pastelli
1984 – Le mie nuove canzoni
1986 – Futuro
1989 – Io come donna
1999 – Incompatibili ma indivisibili
2002 – Dominique…
2003 – Emozione d’autore
2006 – Exitos latinos
2008 – Swing – Un omaggio alla mia maniera

Articoli correlati: