Sin dalla fanciullezza ogni bambina, vedendo l’abito da sposa della propria mamma, si è immaginata con indosso il celebre abito bianco: il matrimonio rimane sempre uno dei momenti più emozionanti della vita di ogni persona. La proposta di matrimonio, quindi, è uno dei momenti più attesi dal pubblico femminile e rappresenta il principale motivo di stress per gli uomini che temono, appunto, di deludere le aspettative della propria fidanzata. Oggi cerchiamo fare un po’ di chiarezza vedendo quali sono gli anelli perfetti da scegliere e soprattutto quando regalarlo.

Scegliere un anello di fidanzamento è una scelta molto importante che richiede grande ponderazione: nonostante la maggior parte delle donne, dopo la soglia dei due anni di fidanzamento, cominci a mandare messaggi subliminali al proprio patner per invitarlo a fare il grande passo, non fate scelte affrettate se non siete sicuri. Una volta presa la fatidica decisione, per non incorrere in spiacevoli errori, potrete consultare ciò che dice il galateo in merito alla proposta di matrimonio: ad ogni modo non vi è alcuna regola che vi imponga di seguire ciò che suggerisce il galateo; il gesto sarà sempre bello se c’è amore ambedue le parti.

Secondo il galateo

Ciò che dice, appunto, il galateo è di regalare l’anello quando viene fatta la proposta di matrimonio, a circa un anno di distanza dall’evento: ed inoltre, proprio come una vera e propria fede, va indossata all’anulare sinistro. L’anello di fidanzamento non deve essere un gioiello di famiglia, ed è di buona norma che esso abbia la garanzia: in caso di rottura, inoltre, è di buon gusto che la ragazza restituisca l’anello.

Il modello più comune è proprio il solitario, ma non è obbligatorio che l’anello abbia come pietra un diamante: potrete scegliere la pietra che vi piace di più o che abbia un particolare significato per la vostra compagna. Ad esempio lo zaffiro indica la fedeltà, il rubino un amore ardente, lo smeraldo la fedeltà mentre l’acquamarina un matrimonio duraturo e felice. Ben pochi sanno che, secondo il galateo, il regalo va ricambiato: è sempre di buon gusto contraccambiare il dono con un anello del modello maschile, oppure con un bracciale o un orologio.

Il regalo che andrà contraccambiato, nel caso la proposta venga fatta da lui a lei, dovrà essere pagato dalla famiglia della futura sposa e dovrà avere un valore pari a quello dell’anello: inoltre, dopo la proposta, la famiglia di lei dovrà invitare a cena il futuro sposo.

Articoli correlati: