Giocare ai videogiochi è un hobby che accomuna milioni di persone in tutto il mondo. È un fenomeno che colpisce prevalentemente i più giovani, ma che negli ultimi tempi ha visto innalzarsi l’età media degli interessati, avvicinatasi ampiamente intorno ai 30 anni.

Difficile ipotizzare ciò fino a poco tempo fa, quando si trattava di un aspetto associato ai più piccoli. La motivazione che ha portato a questa trasformazione va a toccare due punti: lo sviluppo della tecnologia e, di conseguenza​, un netto miglioramento del prodotto fruito dal consumatore.

Ciò ha migliorato fortemente l’esperienza d’uso da parte dell’utente, con videogames coinvolgenti e realizzati ottimamente. Si è avuto, quindi, un maggiore appeal sia dal punto di vista grafico che multimediale, al punto da far nascere una nuova corrente di pensiero, la quale considera il videogioco un’arte.

Strumenti per il gaming

È quasi impossibile trovare le corrette motivazioni per cui si possa appaiare il termine arte ai giochi interattivi. Ma una cosa è certa: rappresentano uno dei passatempi più amati dalle persone.

Negli ultimi 15 anni questo mercato è cresciuto a dismisura, portando ad un cambiamento radicale per chi fa gaming, grazie a piattaforme di ultima generazione prodotte dalle aziende di elettronica più rinomate del settore. È difatti cambiato il modo di giocare.

In precedenza, era sufficiente abbinare alla consolle (o il pc) un comune joystick. Adesso le cose appaiono molto diverse. Sono nate nuove necessità, tra cui ulteriori apparecchiature adoperate per poter giocare, divenute ormai di fondamentale importanza. Periferiche che hanno arricchito e migliorato le modalità e l’esperienza di gioco.

L’offerta a disposizione dei gamer è vastissima, tanto che può risultare difficile orientarsi nella scelta dei prodotti da acquistare. Per questa ragione può risultare utile consultare siti di approfondimento sull’argomento. Il sito technonews.it, per esempio, propone guide di diversi prodotti di elettronica di grande interesse per gli utenti, tra cui cuffie wireless e altri strumenti di elettronica, con l’illustrazione di ogni prodotto in tutte le sue sfaccettature.

Periferiche e attrezzature per giocare ai videogame

Sono diversi gli strumenti indispensabili per chi fa gaming, tali da rendere ancor più entusiasmante la sessione di gioco. Apparecchi divenuti ormai di uso comune, caratterizzati da un forte incremento delle vendite.

Cuffie

Le cuffie da gaming sono diventate le principali compagne d’avventura. La loro funzione primaria è quella di non far propagare il volume del gioco nell’ambiente circostante, evitando di disturbare gli altri. Tuttavia, l’aspetto più significativo è dato dalla presenza del microfono, utile per comunicare tramite la connessione internet con gli altri videogiocatori. Quelle più apprezzate dai consumatori sono dotate di una tecnologia wireless, senza il fastidio dei cavi.

Sedia

Chi trascorre molte ore davanti un videogioco può risentire di alcuni problemi fisici, riconducibili ad una postura scorretta durante la sessione di gioco. Pertanto una poltrona da gaming ergonomica, con supporto per la cervicale e la zona lombare, è un’ottima soluzione. Le migliori, oltre ad essere regolabili per altezza e braccioli, presentano un’imbottitura che garantisce comodità e sicurezza.

Mouse

I mouse da gaming presentano una conformazione adatta a seconda delle tipologie di utilizzo, ad esempio con presa ampia (ovvero con tutta la mano appoggiata) o direzionata sulle punte delle dita. Più risulta sensibile al tocco maggiore è la velocità d’esecuzione. Aggiunte pratiche sono i tasti posizionati nelle porzioni laterali, non presenti nelle comuni periferiche.

Zaino

L’idea del giocatore rinchiuso da solo dentro la sua stanzetta è divenuta ormai obsoleta. Spesso i gamer si ritrovano in gruppi per dar vita ad interessanti ed intense sessioni di gioco, trasformandole in occasioni per stare in compagnia ed interagire con gli altri. Pertanto uno zaino è utile per trasportare il proprio portatile. Quelli migliori sul mercato presentano precise caratteristiche, tra cui la certificazione per la resistenza all’acqua e l’imbottitura per resistere agli urti.

Articoli correlati: