Il Grafene si presenta come un materiale emergente che non ha ancora conquistato in massa il mercato finanziario degli investimenti. Questo materiale sottilissimo e particolarmente resistente viene definito il materiale del futuro, nonostante la decaduta all’interno del mercato odierno.


Gli investimenti finanziari attuali attestano il Grafene in ribasso rispetto ad altri prodotti, in relazione alla lentezza con cui il materiale si sta pian piano affermando sull’economia reale. In futuro, tuttavia, il Grafene potrebbe trovare una molteplicità di applicazioni, mentre gli investimenti odierni potrebbero di conseguenza fruttare ricchi profitti di guadagno.


Investire nel Grafene, ad oggi, conviene? Per cercare di chiarire tutte le questioni sul materiale andiamo ad approfondire l’argomento all’interno dei paragrafi successivi.

Grafene: cos’è, come viene utilizzato

Il Grafene è una sostanza sottilissima e ultraresistente scoperta soltanto nel 2004 grazie a due professori dell’università di Manchester, Andre Geim e Kostya Novoselov, insigniti del Premio Nobel per la fisica nel 2010. Scientificamente il Grafene si presenta in un singolo strato di atomi di carbonio legati ad un pattern ripetuto di forma esagonale.

Il Grafene è circa 1 milione di volte più sottile della carta, 300 volte più resistente del metallo acciaio. La sua flessibilità può essere paragonata a quella della plastica e si dimostra un ottimo vettore elettrico. Il Grafene sarà integrato, nel corso del prossimo futuro, all’interno della struttura dei pannelli solari, provvedendo alla necessità di una tecnologia pulita e ad una maggiore leggerezza.

Grazie alle sue dimensioni sottili e resistenti il Grafene potrebbe essere impiegato anche all’interno dei processi di produzione di transistor, andando ad alleggerire una molteplicità di dispositivi.

Come investire nel Grafene

Le due società maggiori sulle quali investire il proprio denaro, in riferimento al Grafene, risultano essere la Verasarien e la Haydale, entrambe quotate sul mercato borsistico di Londra. Oltre agli investimenti diretti sul Grafene è possibile indirizzare l’attenzione anche sulle società dedite alla vendita e alla produzione dell’attrezzatura necessaria per la lavorazione del materiale innovativo.

Tra le società produttrici di materiale per la lavorazione del Grafene si trovano la CVD Equipment, quotata in borsa a New York. La società si occupa di rifornire diversi settori quali l’aeronautica, l’esercito e le strutture mediche. Gli investimenti attuali sul Grafene non consentono il raggiungimento di profitti elevati, mentre tale aspetto potrebbe fortemente cambiare nel corso del prossimo futuro.

Il consiglio migliore rimane quindi quello di puntare al Grafene soltanto se in possesso di somme eccedenti, messe a rischio di perdita come per qualsiasi altra operazione di investimento.

Articoli correlati: