Chi già ne ha fatto esperienza lo sa, il trasloco è faticoso. Naturalmente, non è solo fatica o stress: presuppone un nuovo inizio e questo è spesso positivo, soprattutto se cambiare casa o ufficio è una scelta personale, non dettata dalle contingenze. Insomma: casa nuova, vita nuova. In ogni caso, non bisogna sottovalutarlo, soprattutto se siamo alla nostra prima esperienza: il trasloco ci stanca, ci richiede tempo ed energie, presuppone un’attenzione e una cura massime; toglie spazio al tempo libero, ai momenti di gioco coi nostri figli e può ripercuotersi negativamente sulle prestazioni lavorative. Se lo spostamento, poi, interessa il posto di lavoro, le criticità potrebbero aumentare e andare a coinvolgere l’intera azienda.
Per evitare tutto questo, ricordiamoci semplicemente che non dobbiamo necessariamente sobbarcarci di tutto il lavoro da soli: c’è chi lo fa di mestiere, comela ditta di traslochi Sinibaldi.

La fase preparatoria

Prima che inizi il trasloco vero e proprio, non trascurate di considerare alcuni passaggi fondamentali della fase preparatoria. Innanzitutto, disfatevi del superfluo. Trasferirsi è impegnativo, non serve appesantire le operazioni con ciò che non è più utile. Selezionare ciò che serve davvero costituirà pure una buona occasione per fare spazio, senza correre il rischio di caricare già in eccesso la nuova casa.
Capita addirittura di ricomprare oggetti che già avevamo perché, nella confusione, non ricordavamo di averli. Le cose che non ci servono e sono in buono stato si possono dare ad amici e parenti o regalare a chi ne ha bisogno. Una volta operata un’opportuna selezione,imballate ciò che può essere inscatolato emettete da parte le cose di uso quotidiano che vi serviranno subito, una volta trasferiti, come le lenzuola e qualche vestito. Il trasloco in un altro ufficio presenta delle differenze rispetto a quello in un’altra abitazione, ma le indicazioni generali rimangono le stesse sopraelencate.

Contattate dei professionisti

Arrivati alla fase del trasloco vero e proprio, rivolgetevi a dei professionisti. Fare da soli è più faticoso, più stressante, può portarvi a ottenere un risultato non ottimale oppure a non calcolare tutti i rischi e gli aspetti burocratici, soprattutto se ci sono mobili e oggetti molto pesanti da trasportare e vivete in una metropoli caotica. Le ditte di trasloco mettono a disposizione i loro professionisti, che sono qualificati e preparati ad affrontare tutte le fasi e gli aspetti del trasloco.

Per esempio, cambiare casa in città presuppone conoscere per bene la viabilità, dove sostare, quali permessi ci vogliono: queste cose un professionista le sa, mentre procedendo da soli si potrebbe incappare in delle multe. Oltretutto, una ditta specializzata ha i mezzi adatti per il trasporto di mobili e qualunque cosa dobbiate portarvi. Se pensate a tutto voi, non è detto che troviate qualcuno disposto a prestarvi un furgone o che troviate un veicolo delle dimensioni adatte e, in ogni caso, se qualcuno vi presta il mezzo dovrete stare ai suoi tempi (e contrattempi). Le aziende specializzate sanno come trasportare mobili ed elettrodomestici senza danneggiarli e ottimizzando i tempi, con tutti gli standard di sicurezza del caso. Peraltro, i clienti speciali possono usufruire di garanzie e assicurazioni su arredi ed elettronica di consumo.

Articoli correlati: