La cistite consiste in un’infiammazione a carattere acuto, subacuto oppure cronico interessante la vescica, generalmente associata ad un’infezione batterica causata da trattamenti farmacologici, ma anche da prodotti detergenti intimi irritanti. La cistite colpisce soprattutto le categorie femminili dimostrandosi un disturbo particolarmente diffuso all’interno della popolazione mondiale.

L’infiammazione data dalla cistite può dimostrarsi particolarmente fastidiosa e dolorosa a seconda dei casi, spesso invalidante per le attività quotidiane, richiedendo nei casi più critici il ricorso a terapie antibiotiche e la modifica dei prodotti legati all’igiene intima e all’alimentazione. Ma quali sono i cibi più indicati per contrastare efficacemente l’insorgere della cistite?

Alimenti contro la cistite

Quali sono gli alimenti più indicati al fine di poter contrastare il disturbo causato dalla cistite? Una risoluzione efficace passa anche attraverso il proprio piano alimentare, come avviene per molte patologie.
Per contrastare i sintomi della cistite si dovranno integrare all’interno della propria alimentazione cibi ad azione antinfiammatoria e diuretica. La cistite si presenta come un disturbo in grado di causare dolore e bruciore durante le minzioni frequenti, rilevandosi spesso invalidante ed estremamente fastidioso.


L’urina stessa può dimostrarsi in grado di apparire torbida e maleodorante, sotto la possibile presenza di sangue e l’insorgere di stati febbricitanti nei casi più gravi. Sotto il sospetto di una cistite il proprio medico curante disporrà l’esame dell’urinocoltura con antibiogramma al fine di poter stabilire la presenza di una carica batterica all’interno delle urine. La cistite può colpire qualsiasi soggetto senza distinzione di sesso ed età anagrafica, dimostrandosi tuttavia più frequente nelle donne e nei neonati. Nelle donne il disturbo può essere incentivato dall’uso di estroprogestinici, impiego di diaframma e spermicidi, rapporti sessuali, stitichezza, numero di parti, menopausa.

Negli uomini la cistite può verificarsi a causa di stenosi uretrali, ipertrofia e calcoli della prostata, mentre in tutti i soggetti le cause più frequenti riportano a diabete mellito, ostruzione delle vie urinarie.
Alla base dell’alimentazione contro la cistite si trova innanzitutto una corretta idratazione sotto un apporto di acqua giornaliero tra 1,5-2 litri, assunzione di cibi antinfiammatori come i ribes e i mirtilli.

In presenza di cistite si dovranno limitare drasticamente i dolci e le bevande zuccherate industriali, compresi i cibi confezionati, altamente calorici e grassi, rinunciando a formaggi, insaccati e alcolici. L’alimentazione quotidiana dovrà dimostrarsi ricca di cereali integrali, frutta e verdure tra cui finocchi, ananas, fragole, anguria, cetrioli. L’igiene intima dovrà essere curata sotto l’impiego di prodotti specifici, consigliati dal proprio medico curante, sotto l’impiego di detergenti delicati e neutri privi di agenti chimici aggressivi.

Articoli correlati: