Siviglia è la capitale dell’Andalusia, una regione nel sud della Spagna, meta ogni anno di un grande afflusso turistico. Siviglia è famosa soprattutto per la tradizione musicale e il ballo del flamenco, ospitando diversi monumenti storici e luoghi di attrazione imperdibili. Scegliendo Siviglia come meta delle prossime vacanze non si potrà fare a meno di visitare alcuni luoghi caratteristici e storici, oltre alle attrazioni più moderne e ai diversi locali dove lasciarsi andare alle tradizioni gastronomiche.

La cattedrale

La cattedrale di Siviglia risulta Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 1987, rappresentando una delle tappe obbligatorie da visitare, seconda per dimensioni alla Basilica di San Pietro a Roma. Con la sua navata lunga ben 150 metri la costruzione si presenta come un simbolo della cristianità tra i più importanti in assoluto. La costruzione venne edificata sui resti di una moschea ad opera degli Almohadi, miscelando una serie di stili tra cui il gotico, il mudejar, il neoclassico e il barocco.

Torre della Giralda

La Torre della Giralda rappresenta la torre campanaria visibile dalla cattedrale di Siviglia, realizzata nel 1156 in veste di antico minareto della moschea almohade, sotto il volere del califfo al Mansour. Al suo interno si potrà risalire una rampa di scale per affacciarsi direttamente sul panorama di Siviglia.

Real Alcazar

Sotto tutela dell’UNESCO si trova anche il Real Alcazar di Siviglia, rappresentando non soltanto una fortezza ma anche una potenza municipale sin dall’epoca romana, eretta tra il 1356 e il 1366. La residenza reale vanta uno stile ispanico-moresco caratterizzato dal Patio delle Fanciulle (Patio de Las Dancelles) e dal Patio delle Bambole (Patio de las Munecas), compresi i giardini esterni e le fontane.

Il Municipio di Siviglia

Il Municipio di Siviglia risale al periodo rinascimentale, presentando diverse decorazioni esterne ricercate, per uno stile fuso alle tradizioni ispaniche-moresche ma anche rinascimentale e gotico. L’edificio è completamente visitabile anche all’interno, dimostrandosi una tappa imperdibile.

Archivio delle Indie

L’Archivio delle Indie fu creato in passato allo scopo commerciale di regolazione delle transazioni tra i grossisti e acquirenti, cambiando destinazione d’uso nel XVIII secolo, comprendendo ad oggi i maggiori documenti storici, cartine e appunti di viaggio.

Museo delle Belle Arti

Il Museo delle Belle Arti risulta una tappa di Siviglia imperdibile per tutti gli appassionati di arte, dimostrandosi la seconda pinacoteca più importante della Spagna risalente al 1836. Al suo interno si trovano le opere di Bartolomè Esteban Murillo, Juan de Vales Leal, Francisco de Zubaran, alternando temi rinascimentali e barocchi.

Articoli correlati: