Siete alla ricerca di case maledette e castelli infestati dalla presenza di fantasmi per mettere alla prova la propria resistenza psichica? Questa guida dettagliata potrebbe fare proprio al caso vostro, avventurandosi nei misteri più inesplorati italiani presenti sul territorio. Optando per un innovativo ghost tour si potranno valutare diverse mete dove visitare case e castelli ‘maledetti’ ricchi di leggende, fascino sinistro e storia.

La Casa del Violino

In località Scogna Sottana in provincia di La Spezia si trova la casa infestata denominata ‘La Casa del Violino’, abitata anticamente da un giovane musicista deceduto a causa di una lunga malattia. A seguito della sua morte la casa è rimasta disabitata, mentre la maggior parte delle leggende riporta il suono di un violino durante l’arco delle ore notturne.

La Casa Rossa, Villa delle Streghe

Cortenova, in provincia di Lecco, si trova ‘La Casa Rossa’ denominata anche Villa delle Streghe e di Villa De Vecchi, una costruzione risalente agli anni tra il 1854 e il 1858 utilizzata dal Conte Felice de Vecchi come residenza strettamente estiva. La storia ufficiale riporta il ritrovamento della moglie deceduta del Conte e la scomparsa della figlia, nonché il successivo suicidio del proprietario. I racconti del luogo riportano il suono di un pianoforte nelle ore notturne nonostante lo stato di abbandono della dimora, comprese strane apparizioni nei pressi.

La Rocca di San Leo

In provincia di Rimini si trova la Rocca di San Leo, il castello donato alla Chiesa da Carlo Magno nel 774, utilizzato successivamente come prigione dove morì anche Cagliostro, alchimista e stregone. I racconti odierni evidenziano la presenza dello spirito di Cagliostro all’interno della rocca, deceduto di stenti all’epoca della sua prigionia.

Il Castello Gonzaga

A Mantova si trova il Castello Gonzaga, conservando la storia antica di Agnese Visconti, figlia del signore di Milano, sposa di Francesco Gonzaga, signore di Mantova, e dell’omicidio dello zio per mano del cugino della giovane Gian Galeazzo Visconti. Agnese cercò di vendicare la morte del padre, successivamente accusata in un falso processo di adulterio, condannata per questo a morte sotto decapitazione il 7 febbraio 1391. Le leggende riportano la presenza dello spirito di Agnese all’interno delle mura del castello.

La Villa Stuart

All’interno della capitale romana si trova la Villa Stuart, ubicata in via Trionfale, acquistata da Lord Allen ed Emmeline Stuart nel 1800. Sotto l’inclinazione della donna nel praticare sedute spiritiche si narra la permanenza degli spiriti all’interno della villa, responsabili della pazzia della coppia e della loro stessa morte.

Articoli correlati: