Con l’arrivo della primavera e l’avvicinarsi della stagione estiva la tintarella ritorna ad essere la protagonista indiscussa dei prossimi mesi, scegliendo attentamente le creme e spray abbronzanti più efficaci. Oltre alle proposte commerciali gli oli abbronzanti in grado di accelerare i tempi per l’ottenimento di una tintarella perfetta possono essere preparate anche in fai da te a livello casalingo, preoccupandosi di seguire alcuni consigli nel rispetto della salute della pelle e dell’organismo.

Come realizzare gli oli essenziali abbronzanti

L’arrivo della stagione primaverile-estiva spinge la maggior parte delle persone ad esporsi al sole nel tentativo di abbronzarsi velocemente, sotto il rischio più comune di non prestare la giusta attenzione nei riguardi della propria pelle in relazione alle fasce orarie di esposizione e all’applicazione delle creme protettive. Gli oli abbronzanti casalinghi si dimostrano in grado di incrementare lo stato della tintarella rispettando tuttavia la salute e i diversi fototipo di cute per i quali si renderà necessario applicare un prodotto protettivo, esponendosi al sole in modo del tutto graduale all’interno delle fasce orarie più indicate.

La maggior parte degli abbronzanti casalinghi si adatta maggiormente ad una tipologia di pelle scura o già abbronzata, presentando un fattore protettivo relativamente basso. Le creme o gli oli essenziali abbronzanti fai da te dovranno essere utilizzati per un periodo massimo pari a due mesi, conservati all’interno di flaconi lontani dalla luce solare. Tra le ricette più sfruttate in campo abbronzanti naturali fai da te si trova l’olio essenziale di mais ai fiori di iperico realizzabile con i seguenti ingredienti: 250 grammi di olio di mais, un cucchiaio di corteccia di Rhamnus frangula, un cucchiaio di fiori di iperico acquistabili presso qualsiasi erboristeria.

Gli ingredienti dovranno essere amalgamati insieme all’interno di un contenitore di vetro, lasciando macerare il tutto per circa 10 giorni lontano da fonti di calore e luce. Trascorso il periodo di macerazione si potrà filtrare il tutto aggiungendo al composto 100 grammi di olio di avocado, utilizzando l’olio abbronzante in precedenza all’esposizione solare. Un’altra ricetta di semplice preparazione consiste nell’olio abbronzante alla carota, realizzabile servendosi di 2 carote e olio di semi di girasole spremuto preferibilmente a freddo. Le carote dovranno essere grattugiate e inserite all’interno di un contenitore di vetro insieme ad un bicchiere di olio di semi di girasole, lasciando macerare il tutto per 10 giorni al riparo dalle fonte di calore e luce, successivamente filtrato e inserito in un contenitore spray.

Un altro prodotto realizzabile a livello casalingo consiste nella crema abbronzante fai da te a base di aloe vera e burro di karitè servendosi di  300 grammi di burro di karitè, 4 cucchiai di aloe vera in gel, un cucchiaio di pasta all’ossido di zinco. Mescolando il tutto si potrà ottenere una sorta di crema da spalmare in direzione della pelle da conservare all’interno di contenitori di vetro lontano da fonti di calore e luce.

Articoli correlati: