Le cause della cervicale dipendono generalmente dall’assunzione di posture scorrette, eventi stressanti, malocclusione dentale, discopatie, sforzi eccessivi prolungati nel tempo, cambi repentini di temperatura in grado sfociare in sintomi doloranti più o meno marcati a seconda delle casistiche. Oltre ai classici rimedi più conosciuti impiegati contro i dolori della cervicale si trova anche la terapia del calore, denominata anche termoterapia, utile soprattutto in caso di contrazione muscolare.

In che cosa consiste la terapia del calore

La terapia a base di calore, termoterapia, vanta origini antichissime sfruttata già ai tempi delle popolazioni egizie, greche e romane. All’interno delle terapie del calore rientrano odiernamente diversi trattamenti dai bagni termali alla radioterapia, tutte accomunate dallo sfruttamento del calore contro sintomi doloranti e contrazioni a livello muscolare. Lo scopo della terapia del calore consiste proprio nell’alleviare i dolori della muscolatura o delle articolazioni, particolarmente sfruttata anche contro i dolori mestruali femminili.

Il calore agisce direttamente sui processi di vasodilatazione, andando a stimolare la dilatazione e l’afflusso di sangue al muscolo, favorendo l’eliminazione delle tossine in eccesso e un maggior apporto di ossigeno e nutrienti. La terapia del calore andrà quindi a nutrire il muscolo favorendo la riduzione dello stato infiammatorio presente, favorendo il rilassamento delle fibre muscolari irrigidite a causa della contrazione.

Fasce cervicali autoriscaldanti

Il dolore cervicale causato dal classico colpa di frusta potrà essere trattato tramite l’impiego del collare utile in altro modo anche in presenza di un’artrosi cervicale, mentre la terapia del dolore si associa alle contrazioni muscolari in direzione dell’area del collo dovute spesso ai cambi repentini di temperatura. In questo caso si possono reperire in commercio diverse marche di fasce autoriscaldanti al fine di lenire i fastidiosi dolori dovuti al torcicollo.

Le fasce adesive devono essere applicate nell’area dolorante rilasciando gradualmente una sensazione di calore in grado di favorire la decongestione muscolare in modo progressivo. Le fasce autoriscaldanti sono composte generalmente da ingredienti naturali come carbone, sale e polvere di ferro, promuovendo il rilascio del calore al contatto con l’aria sotto una reazione specifica dovuta alla presenza di ossigeno. Le fasce basate sulla terapia del calore raggiungono il proprio apice dopo 30 minuti dall’applicazione, andando ad alleviare i sintomi del dolore e della contrazione muscolare.

Le fasce autoriscaldanti si dimostrano un rimedio ideale contro la cervicale, presentando un’azione limitata a qualche ora di azione, richiedendo la sostituzione del prodotto al termine del rilascio del calore, da utilizzare sotto il parere del proprio medico curante in presenza di particolari patologie o disturbi.

Articoli correlati: