La polenta consiste in un antichissimo piatto a base di farina di mais, parte della tradizione gastronomica popolare italiana. In epoche passate la polenta ha costituito a tutti gli effetti il piatto di sostentamento delle fasce meno agiate della popolazione, soprattutto nelle aree alpine, pianeggianti, appenniniche di Lombardia, Emilia-Romagna e Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Valle d’Aosta, Piemonte, Trentino, Liguria, Marche e Abruzzo. Odiernamente la preparazione della polenta si basa sulle innovazione e gli abbinamenti di alimenti ricercati, costituendo un ingrediente parte di diverse preparazioni d’alta cucina.

Polenta: la preparazione classica

La polenta risulta uno dei piatti della tradizione culinaria italiana tra i più semplici da preparare, adattandosi anche ai cuochi principianti, in versione classica oppure istantanea. La polenta nasce dall’unione della farina di mais con l’acqua, la quale dovrà essere portata ad ebollizione prima di aggiungere a filo la farina continuando a mescolare la preparazione fino alla cottura ultimata. Oltre alla versione tradizionale la polenta si presta a diverse ricette dimostrandosi estremamente versatile sia in abbinamento a preparazioni salate che dolci.

Polenta: le migliori ricette alternative

La classica preparazione tradizionale della polenta prevede la sua cottura in acqua bollente, successivamente condita con sughi a piacere come una qualsiasi prima portata. Tra le migliori ricette alternative a base di polenta si trovano molteplici idee basate anche sul riutilizzo della preparazione avanzata dal giorno precedente, ideale per qualsiasi occasione o ricorrenza, come base per aperitivi o merende, spezza fame o portate principali.

Tra queste si trovano la polenta gratinata riutilizzando la preparazione avanzata dal giorno precedente, oppure acquistando le confezioni precotte pronte per essere tagliate. La polenta gratinata dovrà essere cotta in forno, su carta da forno, successivamente consumata singolarmente o condita a piacere. La polenta fritta richiederà la medesima preparazione della versione gratinata, andando a cuocere le fette tagliate con il coltello all’interno dell’olio bollente.

Le lasagne di polenta dovranno invece essere preparate seguendo la ricetta tradizionale in acqua bollente, formando successivamente uno strato all’interno di una terrina da forno a base di polenta, formaggi, eventuale besciamella e parmigiano grattugiato, alternando la farcitura fino al bordo della taglia. Le lasagne alternative dovranno essere cotte in forno a 200° per circa 4 minuti. La polenta pasticciata richiederà una preparazione tradizionale, aggiungendo alla farina di mais in fase terminale di cottura il proprio formaggio preferito, amalgamando il tutto in modo omogeneo.

La polenta si adatta inoltre anche a diverse ricette dolci classiche come il plumcake a base di farina di mais, seguendo i procedimenti tradizionali ma andando a sostituire la farina di grano con quella specifica per la preparazione della polenta standard.

Articoli correlati: