Il plogging consiste in una delle attività sportive innovative introdotte lo scorso anno in Svezia. In parole povere il plogging consiste nel correre fermandosi a raccogliere i rifiuti, dimostrandosi un’attività benefica sia per il corpo che per l’ambiente. L’origine del termine è neologismo consistendo nell’unione di due parole, due termini svedesi ‘plocka upp’ tradotti in raccogliere e ‘jogging’, dando vita ad una vera e propria attività sportiva ad oggi diffusa anche in altri paesi.

Plogging: come si svolge la nuova disciplina sportiva

Nel caso del Plogging la classica corsa viene abbinata al raccoglimento dei rifiuti presenti lungo la strada percorsa, oppure il sentiero, dimostrandosi un ottimo compromesso tra la salute dell’organismo e l’impatto ambientale. La variante del jogging prevede tuttavia anche esercizi finalizzati al sollevamento dei pesi e al lancio del giavellotto sotto forma di attività sportiva abbinata al triathlon più ecologico di sempre.

All’interno del Plogging il sollevamento pesi previsto consiste nel raccogliere i rifiuti trovati a terra lungo la strada percorsa o il sentiero, generalmente mozziconi di sigaretta, bottiglie di plastica, cartacce, bottiglie di vetro, sacchetti di immondizia abbandonati e via elencando. Il bottino del soggetto praticante la disciplina sportiva del Plogging consiste dunque nell’alternare la corsa alle fasi di raccolta dei rifiuti, trasportandoli all’interno di un sacchetto apposito destinato al corretto smaltimento finale.

Madrina del Plogging risulta essere la Svezia, grazie alla quale la disciplina sportiva vanta odiernamente una diffusione di massa anche in altri paesi, ideata all’interno della città di Stoccolma grazie ad un gruppo di sportivi nel 2017, diffusa soprattutto nel 2018 grazie al passaparola sui social network.

Plogging: l’equipaggiamento necessario e benefici

L’abbagliamento tipico da Plogging risulta lo stesso adibito alla corsa, indossando un paio di calzature idonee da running, pantaloncini, oppure leggings, una maglietta a seconda della stagione, mentre l’equipaggiamento per la raccolta dei rifiuti richiederà una specifica suddivisione in rapporto alla raccolta differenziata ed eventuali moschettoni ai quali agganciare il tutto direttamente alla cintura di un marsupio.

Il più degli sportivi risulta munito anche di una tradizionale bacchetta per la raccolta dei rifiuti, escludendo in questo caso il ricorso ai guanti a protezione delle mani, il tutto acquistabile presso i negozi specializzati in abbigliamento e attrezzature sportive. Il Plogging promuove una serie di benefici per l’organismo legati alla corsa tradizionale, dimostrandosi un ottimo rimedio anche in caso di dieta ipocalorica, salvaguardando la salute dell’ambiente, migliorando la respirazione, la resistenza muscolare, il sistema cardiovascolare, prevenendo l’osteoporosi, accelerando il metabolismo.

Articoli correlati: