Le agenzie di viaggio sono attività commerciale finalizzate ad offrire dei servizi come la vendita di biglietti aerei, marittimi, ferroviari e pacchetti personalizzati di viaggio o soggiorno clienti che hanno intenzione di viaggiare. In questo articolo ci occuperemo di quale modo, tra l’utilizzo di volantini o del web, è il migliore per un’agenzia di viaggi per pubblicizzarsi.

È ancora efficace pubblicizzarsi con i volantini?

Rispetto a una volta dove la distribuzione di volantini era considerata una delle soluzioni più efficaci oggi, con l’avvento di internet, questo tipo di pubblicità risulta essere superata.

Tra i diversi fattori che rendono sconsigliabile pubblicizzarsi tramite volantini ci sono i costi eccessivi per la stampa e la distribuzione, oltre all’eventualità che il volantino venga gettato nel cestino senza nemmeno essere visto, in questo modo si rischia di non raggiungere un sufficiente numero di persone interessate  ad usufruire al tipo di promozione proposta.

Inoltre bisogna anche considerare che con lo stesso budget oltre a risultare molto più conveniente pubblicizzarsi online, rispetto alla distribuzione cartacea dei volantini la pubblicità online consente di poter raggiungere un numero molto maggiore di persone interessate ad usufruire del tipo di promozione proposta.

Rispetto alla distribuzione dei volantini la pubblicità online consente di poter selezionare i destinatari delle offerte promozionali, dando in questo modo la possibilità di aumentare sia il numero delle vendite sia il numero dei nuovi clienti.

Come pubblicizzare online un’agenzia di viaggio

Il primo passo per iniziare a pubblicizzare online un’agenzia di viaggio è l’organizzazione di una valida strategia di travel marketing, individuando il target di persone a cui si intende rivolgersi e includendo all’interno della strategia di marketing le mete proposte, quali tipologie di trasporto sono disponibili e se l’agenzia di viaggio opera solo a livello nazionale o anche a livello internazionale.

Al giorno d’oggi bisogna considerare che i viaggiatori utilizzano principalmente social network come Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest, quindi tenendo conto di questo e che ogni piattaforma social presenta una tipologia diversa, l’agenzia di viaggio dovrà ottimizzare al meglio una strategia di marketing per riuscire a soddisfare al meglio ogni utente dei social media.

Un’agenzia di viaggio che intende pubblicizzarsi su Facebook per prima cosa dovrà basare la sua strategia con un calendario di contenuti, dove regolarmente dovrà pubblicare argomenti che possano risultare interessanti per i potenziali clienti, offrendo consigli di viaggio, curiosità turistiche e offerte per destinazioni imperdibili, oltre ovviamente a caricare delle immagini ad effetto.

Invece un’agenzia di viaggio che intende pubblicizzarsi su Twitter deve tenere conto del fatto che questo social network è più che altro una piattaforma di condivisione di notizie, quindi per rendere efficace la propria pubblicità sarà opportuno postare le ultime notizie del settore turistico, oltre agli ultimi aggiornamenti sulle offerte di viaggio.

Instagram invece è il social network migliore per pubblicizzare online un’agenzia di viaggio, infatti questa piattaforma consente di postare moltissime immagini e foto, per consentire ai potenziali clienti di trovare più facilmente l’agenzia di viaggio basterà creare degli hastag popolari.

La piattaforma Pinterest si presenta come una bacheca che i clienti possono consultare per reperire informazioni utili per il viaggio, come ad esempio le idee su cosa mangiare oppure dove dormire e suoi luoghi da visitare.

Quindi un’agenzia di viaggio che vuole pubblicizzarsi su Pinterest dovrà creare una bacheca dove promuoverà tutte le mete che mette a disposizione, promuovendo anche viaggi di nozze e crociere, dando consigli utili per il viaggio e sui luoghi d’interesse.

Infine un’agenzia di viaggi potrà scegliere anche di pubblicizzarsi tramite un sito web, che a differenza dei social network dove si promuovono principalmente le offerte di viaggio, deve contenere informazioni complete sui tipi di servizi offerti.

Articoli correlati: