Se si rispettano e soddisfano determinati requisiti, alcune persone, possono essere esentate dal pagamento del bollo auto 2018 se usufruiscono delle agevolazioni e dei diritti che garantisce la Legge 104, per poterne fare richiesta sarà necessario presentare la documentazione che attesti l’esistenza e il riconoscimento della patologia o della disabilità, in questo articolo vedremo quali documenti servono e quali sono le categorie di persone che possono essere esentate dal pagamento del bollo auto 2018.

Le categorie che hanno diritto all’esenzione del bollo auto 2018

Tra le categorie che possono richiedere l’esenzione del pagamento del bollo auto 2018 ci sono le persone con impedite o ridotte capacità fisiche, che guidano un veicolo modificato appositamente per chi è in possesso della patente speciale B, rientrano negli aventi diritto anche le persone che hanno subito delle pluriamputazioni o che hanno una grave limitazione a deambulare, in questa categoria inoltre rientrano anche le persone affette da delle gravi malformazioni congenite che hanno comportato la privazione totale o parziale degli arti.
L’esenzione del bollo auto 2018 è rivolta anche alle persone con una disabilità mentale o psichica, a cui è stata riconosciuta un’indennità di accompagnamento e le persone affette da sindrome di Down, infine rientrano nella categoria anche le persone sorde, non vedenti, oppure ipovedenti che però non devono superare una capacità di visiva pari a 1/10 diottrie per occhio.

I documenti necessari per richiedere l’esenzione del bollo auto 2018

Le persone che hanno una disabilità con impedite o ridotte capacità motorie per poter richiedere l’esenzione del pagamento del bollo auto 2018 dovranno presentare la carta di circolazione del veicolo, dove saranno descritte dettagliatamente le modifiche apportate all’automobile, una copia della patente speciale B e il certificato di disabilità rilasciato da una pubblica commissione medica.

Le persone che hanno subito delle pluriamputazioni o che hanno una grave limitazione a deambulare devono presentare o il certificato specifico, oppure il verbale che accerta la disabilità rilasciato dall’Asl e una copia della carta di circolazione dell’auto.

Invece le persone con una disabilità mentale o psichica dovranno presentare, oltre alla carta di circolazione del veicolo, sia il certificato rilasciato dalla che attesta l’invalidità civile e l’indennità dell’accompagnamento, sia una copia del verbale di accertamento rilasciato da una commissione medica dell’Asl che specifica il tipo di disabilità, in alternativa la Legge consente anche di presentare in sostituzione il certificato specifico rilasciato da una commissione medica pubblica.

Per le persone affette dalla sindrome di Down invece sarà sufficiente presentare una certificazione, che ne attesti la condizione di disabilità, rilasciata dal medico di base. Le persone non vedenti oltre a presentare il certificato di disabilità e la carta di circolazione del veicolo devono fare domanda tramite apposito modello, qualora non fosse la macchina non si intestata al soggetto non vedente ma a un’altra persona, questa dovrà allegare alla documentazione la certificazione che attesti che se ne sta prendendo cura, ovvero che fisicamente sia a carico suo.

Inoltre bisogna specificare che i veicoli appartenenti alle persone esentate dal pagamento del bollo auto 2018 non devono essere necessariamente adattati, però devono avere una cilindrata non superiore ai 2000 cc per le auto a benzina e i 2800 cc per quelle a gasolio, mentre i caravan non rientrano nell’esenzione. Mentre la domanda deve essere presentata all’Agenzia delle Entrate, all’Ufficio Tributi, oppure all’Aci entro 90 giorni dalla scadenza di pagamento.

Articoli correlati: