Gli smartphone, grazie alle loro molteplici funzionalità e allo sviluppo delle caratteristiche tecniche in costante sviluppo, sono ormai diventati degli strumenti di utilizzo quotidiano.
Ma cosa fare quando inavvertitamente si rompe lo schermo? Come si può sostituire il vetro del proprio smartphone senza ricorrere all’assistenza? Tenendo conto dei diversi modelli di cellulare disponibili in commercio, in questo articolo scopriremo in linea di massima come si può cambiare il vetro del telefono.

Cosa serve sapere prima di procedere alla sostituzione del vetro

Prima di procedere alla sostituzione del vetro del proprio cellulare bisognerà innanzitutto procurarsi tutto l’occorrente necessario, come un adesivo per smartphone, una lametta molto sottile, un plettro di plastica e una pistola termica.

Fondamentale sarà comprare un vetro nuovo, inoltre bisogna ricordare che sostituire il vetro di uno smartphone è un’operazione estremamente delicata, soprattutto per le persone che sono poco pratiche in questo tipo di riparazione il rischio di poter compromettere e rovinare, inavvertitamente, gli altri componenti del proprio cellulare potrebbe essere alto.

Soprattutto bisogna tenere conto anche del tipo di smartphone che si possiede, infatti se il telefono è un modello di ultimissima generazione resistente all’acqua, quindi con la scocca completamente realizzata in vetro, o con il display ricurvo allora la sostituzione per i più inesperti potrebbe risultare un po’ più complicata, il consiglio in questo caso è di rivolgersi o a un amico pratico in questo tipo di operazioni oppure all’assistenza.

Una volta tenuto conto di tutte queste premesse si potrà procedere all’acquisto di un vetro nuovo che deve essere dotato di touch e adatto al nostro modello di smartphone, reperire un vetro è un’operazione relativamente semplice basta rivolgersi ai vari siti online oppure a un rivenditore autorizzato.

Come si sostituisce il vetro rotto dello smartphone

Per prima cosa è necessario spegnere lo smartphone, rimuovere la batteria (se questa non è integrata nel dispositivo) e svitare tutte le viti presenti all’interno della scocca, a questo punto, facendo molta attenzione a non danneggiare i componenti interni, si deve aprire la scocca posteriore e scollegare il flat dello schermo e della batteria, inoltre indipendentemente da modello del proprio cellulare è necessario smontare anche la scheda madre.

Una volta effettuata questa operazione si deve riscaldare il vetro con l’ausilio della pistola termica impostata alla minima potenza, il tutto non deve durare per più di 3 minuti perché altrimenti si rischia di danneggiare il digitalizzatore collocato sotto al vetro, se non si dispone di una pistola termica in alternativa si può utilizzare anche il phon per non più di 10 minuti.

Dopo aver sciolto l’adesivo che consente al vetro rimanere incollato allo schermo si può utilizzare un plettro di plastica per sollevarlo delicatamente lungo i bordi, inoltre per rendere il vetro più flessibile e se si vuole procedere ancora più cautamente lo si può riscaldare nuovamente.

Una volta rimosso lo schermo bisognerà pulire il display utilizzando un panno in microfibra e del liquido per lenti, fatto questo si dovrà applicare la pellicola adesiva lungo i bordi e, cercando di non lasciare impronte, posizionare e applicare il vetro nuovo sullo smartphone, infine una volta completata questa operazione bisognerà ricollegare tutti i flat, reinserire la batteria e assicurarsi che tutto funzioni correttamente.

Articoli correlati: