Stai cercando maggiori informazioni sulla festività di Halloween? Stai leggendo l’articolo cha fa giusto al caso tuo! Qui troverai moltissime informazioni, curiosità, caratteristiche e tanto altro ancora. Continua a leggere per saperne di più.

Halloween: origini e storia

Halloween è la celebre festa della notte del 31 ottobre. Si tratta di una festività di origine celtica che è diventata una vera e propria tradizione nel XX secolo negli Stati Uniti e successivamente meno nel resto del mondo. Le tradizioni in merito sono molte, tra cui tipiche sfilate, feste, travestimenti per grandi e bambini che vanno per le case chiedendo “dolcetto o scherzetto”, in origine “Trick or Treat”. Il nome della festa deriverebbe dalla festività scozzese “All Hallows’Eve” ovvero la notte degli spiriti sacri, tipica vigilia di Ognissanti. Tema centrale della festa è l’occulto e la morte che viene simboleggiata dalla tipica zucca di halloween intagliata. La tradizione della zucca deriva da “Jack-o’lantern” che vede appunto l’intaglio della zucca con tratti di un viso spaventoso ed inquietante. L’interno della zucca viene svuotato e al suo interno viene inserito un lumino o una candela. L’opinione più accreditata riferisce che la tradizione della zucca derivi dall’Irlanda e la prime fonti a riguardo si hanno nell’800, secolo in cui si diffuse anche in nord america. La storia da cui sembra tragga la zucca di Halloween è quella del fabbro irlandese e disonesto Stringy Jack che, fregando il diavolo più volte nella sua vita e commettendo molti peccati, alla morte fu rifiutato sia all’inferno che al paradiso, costretto a vagare nell’eternità con solo la sua rapa intagliata al cui interno era presente un lumino per far luce. Alcuni studiosi ritengono appunto che l’origine del nome della festa derivi proprio da questa leggenda, infatti il termine scavare si traduce in “to hallow” che nel atto si traduce “hallowing”.

Alcune curiosità che forse non sapevi su Halloween

Ecco, di seguito, alcune curiosità che non tutti conoscono:

  • Da bambini solitamente Halloween è una festività divertente in cui ci si può travestire da personaggi improbabili e fare scherzi, tuttavia non tutti ne sono così contenti. Infatti esiste la samhainofobia, ovvero la paura di Halloween, che va associandosi con altre paura durante la sua ricorrenza, come a paura per i fantasmi o del buio.
  • I celtici in antichità dedicavano la festività ai morti, con rituali e sacrifici, ed a seguito di essa indossavano per tre giorni le pelli di animali per spaventare gli spiriti e allontanare il male.
  • Sempre nella tradizione celtica, indossando le pelli di animali, si vagava per la città ottenendo in cambio vino e cibo. A seguito della diffusione della festività cristiana dei morti, le persone vagano facendo elemosina e chiedendo il “pane dell’anima” ovvero il dolce con l’uvetta. Da ciò deriva la formulo Trick or Treat.
  • I colori di Halloween sono il nero e l’arancione. Il primo perché ricorda le streghe, allontanerebbe il male, è il simbolo della morte e delle tenebre. L’arancione invece è tipico dell’autunno, della zucca e simbolo di forza.

Articoli correlati: