Stai cercando maggiori informazioni a proposito dell’applicazione per telefoni WhatsApp? Stai leggendo l’articolo che fa giusto al caso tuo! Qui troverai moltissime informazioni, curiosità, la storia e le funzioni di questa app. Continua a leggere per saperne di più!

WhatsApp: Cos’è e a cosa serve?

WhatsApp Messanger, chiamata anche solo WhatsApp, è un’applicazione per smartphone che serve a messaggiare utilizzando internet. L’app è stata creata nel 2009 dalla WhatApp Incorporated ed è disponibile per i dispositivi android, iOS e Windows phone. Si tratta di un’applicazione molto utilizzata a livello europeo ed attualmente conta più di 1,5 miliardi di utenti attivi.

WhatsApp: La storia

Come già anticipato, WhatsApp fu creata nel 2009 da due ec impiegati presso Yahoo!, Brian Acton e Jan Koum, i quali pensarono di creare un’app che permettesse di utilizzare i dati mobili internet invece della messaggistica normale. Inizialmente, l’app fu pensata solo per iOS, ma in seguito visto il successo ed i guadagni fu ampliata ad altri dispositivi. Il nome dell’app deriva dall’espressione omonima inglese What’s up che in italiano può essere tradotta con Come va? 

Visto il successo dell’app molte altre aziende e società puntano il loro sguardo su di essa, tra cui Mark Zuckerber, creatore di Facebook, che ufficialmente il 19 febbraio del 2014 acquista l’applicazione WhatsApp per un valore di 19 miliardi di dollari! Successivamente, la presa di WhatsApp da parte di Zuckemberg lo porterà a ricevere una multa poiché al momento dell’acquisto nelle clausole era presente la dichiarazione che non avrebe potuto collegare gli account Facebook e WhatsApp, cosa a cui va contro nel 2016 con l’aggiornamento dell’app ed il cambio di politica sulla privacy. La multa pagata da Zuckemberg all’antitrust fu di un valore di 110 milioni di dollari.

Come funziona WhatsApp?

Ciò che rende tanto apprezzato WhatsApp, tanto da preferire la messaggistica dello stesso piuttosto che i normali messaggi mms ed sms, è il fatto che oltre ad i messaggi scritti è possibile scambiarsi ed inviarsi audio, video, foto, documenti, posizione geografica attuale in cui ci si trova, fare video chiamate semplicemente in presenza di una connessione internet. Inizialmente, l’App prevedeva un costo annuo di 0,89 centesimi per tutti i telefoni non iOS, successivamente si presentarono degli abbonamenti, infine il pagamento è stato eliminato e l’app risulta a tutti gli effetti gratis. Un fatto molto importante, che ha permetto a WhatsApp di accrescere la sua clientela, è avvenuto nel 2016 quando è stata introdotta la cittografia per la privacy che permette di leggere i messaggi inviati e le chat esclusivamente al mittente e al ricevente, garantendo la privacy e rendendo più difficoltosa l’intercettazione, neanche WhatsApp stesso può leggerli! Recentemente, è stata introdotta anche la funzione di stato, ovvero la modalità che consente di pubblicare video e foto che tutti i contatti potranno visualizzare nell’arco di 24 h.

Articoli correlati: