Stai cercando informazioni a proposito delle fobie, paure incontrollate e irrazionali che  colpiscono la mente umana? In questo articolo troverai moltissime informazioni, caratteristiche e curiosità a riguardo, continua a leggere per saperne di più.

Fobie: cosa sono?

L’uomo come ogni animale è caratterizzato dalla paura, che è un’emozione del tutto normale. Tuttavia quando una paura diviene specifica per una situazione e risulta incondizionata e irrazionale ciò può essere indicato con il termine fobia. Si tratta di una situazione che colpendo un individuo, comporta nello stesso un complesso di evitamento generalizzato in tutte quelle situazioni che vedono il soggetto della sua fobia. Si tratta di paure che si sviluppano solitamente tra il periodo dell’infanzia e la prima età adulta. Il termine fobia deriva dal greco φόβος, phóbos, “panico, paura”, che descrive perfettamente lo stato degli individui che si trovano di fronte a ciò che fa scaturire tutto. Le fobie sono psicopatologie dell’IO che si manifestano con ansia e terrore generalizzato nell’imbattersi nella tanto temuta paura. La causa di tutto ciò è prettamente esistenziale, infatti la paura della persona fobica non risiede certamente nell’oggetto in cui esso idealizza la sua paura, piuttosto in una situazione inconscia che egli raffigura in un determinato animale, oggetto o o situazione.

Cause delle fobie

La causa delle fobie non è una specifica, ma possono essere molte. Le cause infatti variano molto in base all’età in cui si sviluppa la fobia, il contesto sociale e l’ambiente in cui cresce l’individuo. Ad esempio si può parlare di fobie semplici, quando si tratta di quelle paure irrazionali legate alla prima infanzia, come può essere ad esempio l’aracnofobia, ovvero la paura dei ragni, o l’acluofobia, ovvero la paura del buio. Si parla invece di fobie complesse quando le cause sono molto più remote e difficili da individuare, generalmente essere derivano da esperienze traumatiche oppure da fatti chimici biologici. Esempi di questo genere di fobie sono le fobie sociali, derivanti da un esperienza negativa in contesto sociale, le fobie che derivano dallo stress emotivo come dopo un lutto. Ovviamente bisogna ricordare che si tratta di psicopatologie comuni nelle persone ansiose.

Le fobie più strane

Se ti stai chiedendo quante fobie esistono sappi che sono davvero molte, vediamo insieme quali sono le fobie più strane:

  • Panofobia: paura di tutto, paura di avere paura.
  • Ommetafobia: paura degli occhi degli altri.
  • Anablefobia: paura di guardare il cielo.
  • Hippopotomonstrosesquipedaliofobia: paura delle parole lunghe.
  • Barofobia:paura della gravità e di essere schiacciato.
  • Chaetofobia: paura dei capelli.
  • Ambulofobia: paura di camminare.
  • Allodoxafobia: paura delle opinioni.
  • Numerofobia:paura della matematica.
  • Clinofobia: paura di addormentarsi e del sonno.
  • Omfalofobia: paura del proprio ombelico.

Articoli correlati: